Caricamento in corso...
28 marzo 2015

Bargnani meglio di Datome, ma i Celtics vincono a New York

print-icon
bar

A New York non bastano i 25 punti di Bargnani per evitare la sconfitta contro Boston (foto getty)

Il Mago segna 25 punti e si aggiudica il derby italiano contro l'ex Virtus Roma, ma i Knicks perdono comunque 92-96 contro Boston. Gallinari e Belinelli trionfano senza brillare. A Est continua il dominio Atlanta, a Ovest Golden State batte Memphis

Andrea Bargnani vince il derby personale contro Gigi Datome, ma a uscire vittoriosi dal Madison Square Garden sono i Celtics per 96-92. Il Mago eguaglia la sua miglior prestazione stagionale chiudendo con 25 punti in quasi 39' (10/20 dal campo con 2/5 dalla lunga distanza e 3/4 dalla lunetta), oltre a 7 rimbalzi, 4 assist, due palle perse e due stoppate. Fra i New York Knicks bene anche Larkin (14 punti). Datome gioca poco meno di 5', giusto il tempo per sbagliare un tiro e mettere a referto un paio di rimbalzi. A trascinare Boston ci pensano Thomas (18 punti), Crowder (17) e Bass (16 punti e 10 rimbalzi). “È una situazione complicata – commenta Bargnani dopo la 59esima sconfitta stagionale – Tutti ne siamo coscienti, ma non possiamo pensare alla classifica, dobbiamo solo tenere alta la testa e continuare a giocare”.
Vittorie per Gallinari e Belinelli - Sorridono gli altri due italiani. Danilo Gallinari aiuta Denver nel successo per 107-91 su Utah, anche se non è una serata particolarmente brillante per il Gallo: 13 punti in oltre 28' con 1/6 da due, 3/8 da tre e 2/2 ai liberi. Per lui anche quattro rimbalzi, una palla recuperata e due perse e tre stoppate. A fare la differenza per i Nuggets sono Nelson e Lawson con 18 punti a testa, mentre nei Jazz si salvano Hayward (24 punti) e Gobert (14 punti e 14 rimbalzi). Prestazione non esaltante per Marco Belinelli, ma San Antonio riesce comunque a vincere 94-76 contro Dallas. La guardia azzurra gioca 17', realizzando 4 punti con 2/6 al tiro (0/4 da tre), 5 rimbalzi, un assist e tre palle perse. Decisivo Diaw (19 punti), male i Mavs con appena due giocatori (Chandler ed Ellis) in doppia cifra con 19 punti a testa.
Dominio Atlanta
- A Est continua il dominio di Atlanta, che si assicura il primo posto nella Conference superando 99-86 Miami con 24 punti di Carroll e 21 di Millsap. Si interrompe a quattro vittorie la striscia di Cleveland, battuta 106-98 da Brooklyn: 20 punti per Johnson e Lopez fra i Nets, ai Cavs non basta il trio James-Love-Irving (rispettivamente 24, 18 e 26 punti).
Super Curry
- A Ovest scontro fra le prime due: la spunta nettamente Golden State, 107-84 su Memphis con un Curry da 38 punti e 10 assist e 28 punti di Thompson. Per i Grizzlies ci sono 16 punti a testa per Conley e Green. Terza forza si conferma Houston, che conquista matematicamente un posto nei play-off battendo 120-110 Minnesota grazie al solito Harden, 33 punti a referto.
Tutti i risultati della notte Nba
Orlando Magic-Detroit Pistons 97-111
Philadelphia 76ers-Los Angeles Clippers 98-119
Washington Wizards-Charlotte Hornets 110-107 (ot)
Atlanta Hawks-Miami Heat 99-86
Brooklyn Nets-Cleveland Cavaliers 106-98
New York Knicks-Boston Celtics 92-96
Toronto Raptors-Los Angeles Lakers 94-83
Houston Rockets-Minnesota Timberwolves 120-110
Memphis Grizzlies-Golden State Warriors 84-107
New Orleans Pelicans-Sacramento Kings 102-88
San Antonio Spurs-Dallas Mavericks 94-76
Denver Nuggets-Utah Jazz 107-91
Phoenix Suns-Portland Trail Blazers 81-87

Video

Tutti i siti Sky