Caricamento in corso...
12 giugno 2015

Finals: Curry&Iguodala affondano Cavs, Warriors sul 2-2

print-icon

Golden State batte Cleveland 103-82 e riporta la serie della Finals in parità sul 2-2. Per i Cavs prestazione non sopra le righe per LeBron James che si  ferma 'appena' a 20 punti. Fanno meglio Curry e soprattutto Igoudala (22 punti)

Tre partite in cinque giorni sono troppe per Cleveland. Ma non per Golden State. Assenze e qualità della rosa fanno la differenza in gara 4 alla Quicken Loans Arena, dove i Warriors si impongono per 103-82 e riportano la finale Nba in parità (2-2).

Steve Kerr lascia in panchina Bogut, punta su Green centro (17 punti, 7 rimbalzi e 6 assist) e soprattutto mette Iguodala su James: mossa azzeccata, perchè l'ex Denver limita il Prescelto (20 punti ma con 7/22 dal campo, 12 rimbalzi e 8 assist) e ripaga la fiducia del coach mettendo a referto 22 punti, tanti quanti Stephen Curry.

L'Mvp ritrova il tiro da 3 che gli era mancato nelle ultime due gare (4/7) e stavolta non patisce la marcatura di un Dellavedova che per la seconda volta di fila finisce con i crampi. Sul fronte Cavs, a parte la prestazione di Mozgov, c'è poco da salvare. Le assenze per infortunio di Love e Irving si sono fatte sentire stavolta e la squadra è arrivata all'ultimo quarto sulle gambe. Due dati per tutti: James a secco e un mediocre 2/18 dal campo per un parziale di 27-12 che la dice lunga su come sia arrivata la vittoria di Golden State, che domenica notte torna a giocare davanti al proprio pubblico. Se Cleveland non recupera in fretta le energie, la finale potrebbe essere alla svolta decisiva.

Video

Tutti i siti Sky