Caricamento in corso...
28 ottobre 2015

Chicago piega i Cavs sotto gli occhi di Obama. Golden State, buona la prima

print-icon
oba

Barack Obama ha assistito alla vittoria dei Bulls sui Cavs (Getty)

Comincia lo spettacolo del grande basket. Subito bene i Bulls che battono 97-95 Cleveland e regalano un sorriso al tifosissimo presidente degli Stati Uniti. Partenza super anche per i campioni in carica (111-95 a New Orleans) grazie al solito Curry (40 punti)

Quattro mesi di attesa, e una ripartenza da ricordare. Sotto gli occhi del tifosissimo presidente degli Stati Uniti d’America, Chicago ha piegato 97-95 Cleveland allo United Center. Debutto vincente anche per i campioni in carica di Golden State: i Warriors hanno superato 111-95 New Orleans. Protagonista assoluto l’Mvp dell’ultima stagione, Steph Curry che ha messo a referto 40 punti (24 dei quali solo nel primo quarto con 7/9 da tre). 

 

Che stoppata di Gasol! - Partita molto equilibrata quella tra i Bulls e i Cavs, decisa nel finale da Derrick Rose e Butler che a 1’38’’ dalla sirena hanno portato Chicago sul +8 (95-87). Cleveland si è riportata a -2 grazie a Kevin Love, senza riuscire però a trovare il pareggio. Decisiva la stoppata nel finale di Pau Gasol su Lebron James e la successiva deviazione di Butler (grande prova in difesa per lui) su un passaggio destinato al Prescelto. In attacco fanno la differenza Mirotic (19 punti) e Rose (18).  Nonostante la sconfitta, le buone indicazioni per Cleveland arrivano dal solito Lebron James che ha chiuso con 25 punti e 10 rimbalzi. 

 

Colpo di Detroit ad Atlanta - A chiudere il quadro sulle gare della prima giornata, il colpo di Detroit ad Atlanta (106-94) con 21 punti di Caldwell-Pope e le doppie doppie di Drummond (18 punti e 19 rimbalzi) e Morris. Per gli Hawks 20 punti dalla panchina di Schroder, 19 di Millsap e 18 di Teague.

Video

Tutti i siti Sky