Caricamento in corso...
08 dicembre 2015

Miami perde il primato a Est. Bene Spurs e Mavericks

print-icon
wad

Nonostante i 26 punti di Wade Miami perde a Washington (Getty)

Nella notte di Nba San Antonio liquida facilmente la pratica Philadelphia e si conferma seconda forza dietro gli imprendibili Warriors. Vittoria anche per Dallas. Heat battuti a Washington. I 21 punti di Bryant non bastano ai Lakers per evitare la sconfitta a Toronto

San Antonio si conferma la seconda forza della Western Conference dietro gli imprendibili Warriors. Tutto fin troppo facile sul parquet dei disastrati Sixers (21esima sconfitta su 22 gare), travolti per 119-68 nonostante le assenze di Duncan, Ginobili e Leonard, tenuti a riposo. Bastano e avanzano LeMarcus Aldridge (26 punti e 9 rimbalzi) e Tony Parker (12 punti) per infliggere a Philadelphia la quinta peggior sconfitta della sua storia. Quarto posto a Ovest per Dallas, che espugna il Madison Square Garden superando 104-97 i Knicks. Scatenati Nowitzki (25 punti) e Deron Williams (20 punti e 7 assist), non brilla Anthony (17 punti con 1/6 da tre) e Porzingis (28 punti) non basta a New York.

Perde il primato a Est Miami, ko in casa contro Washington per 114-103. Wade (26 punti), Dragic (20 pt) e Bosh (18 pt) non bastano agli Heat, sull'altro fronte decisivo Wall (26 punti) col contributo significativo di Beal e Neal (21 punti a testa) oltre che di Porter jr (13 punti e 14 rimbalzi). Uno straordinario ultimo quarto (42-24 il parziale) consente a Phoenix di imporsi in rimonta su Chicago per 103-101 (21 punti per Knight e 20 di Teletovic fra i Suns, 22+10 per Gasol fra i Bulls) mentre Kobe Bryant si congeda da Toronto con 21 punti e 8 rimbalzi nella sconfitta dei Lakers per 102-93. Per i Raptors 27 punti di Lowry e 22 di Ross.

Video

Tutti i siti Sky