Caricamento in corso...
19 dicembre 2015

Nba, notte nera per gli italiani: ko Bargnani, Gallinari e Belinelli

print-icon
bar

Il Mago mette a referto 12 punti per i Brooklyn Nets, ma arriva la la sconfitta 104-97 contro gli Indiana Pacers. Male anche i Denver Nuggets del Gallo, battuti 97-88 a Salt Lake City contro i Jazz. Non va meglio a Beli: Minnesota supera i Kings 99-95

Tre partite, tre sconfitte. Non  sorridono gli italiani impegnati in Nba; Bargnani, Gallinari e  Belinelli escono infatti dai rispettivi match validi per la regular season con tre ko. Non bastano i 12 punti di Andrea Bargnani ai  Brooklyn Nets per evitare la sconfitta 104-97 contro gli Indiana Pacers nella gara disputata al Bankers Life Fieldhouse di  Indianapolis. Match subito in salita per i Nets sotto 49-46  all'intervallo lungo con Indiana determinata ad ottenere la 16esima  vittoria stagionale (16-9), ma nel terzo parziale i Nets recuperano  portandosi avanti 77 a 72. Decisivo l'ultimo parziale, a 7'09 dalla  fine Lavoy Allen firma il canestro del sorpasso, 86-85.

Sugli scudi Paul George, autore di 23 punti, con Jordan Hill che  chiude con 14 punti e 11 rimbalzi a referto, 15 punti per la riserva  Rodney Stuckey che dà una mano ai Pacers a raggiungere il terzo  successo consecutivo. Per Brooklyn (7-19) il migliore sotto canestro è Jarrett Jack, 26 punti, seguito da Thaddeus Young, 14 punti e 14  rimbalzi, 18 punti per Brook Lopez.

Male anche i Denver Nuggets di Danilo Gallinari usciti sconfitti 97-88 dalla trasferta della Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City contro gli Utah Jazz. Il migliore della franchigia di casa è Gordon Hayward,  26 punti, seguito a 13 da Trey Burke, 12 per Trevor Booker. Decisivi  nell'ultimo quarto Booker e Hayward che sul punteggio di 86 pari a  2'16 dal termine mettono il turbo ai Jazz portando a +5 la franchigia  di Utah che vincendo pone fine a una serie di quattro sconfitte  consecutive (11-14). 

Non va meglio a Marco Belinelli, battuto coi suoi Sacramento Kings per 99-95 da Minnesota: 18' in campo per quattro punti complessivi (2/3 da due, 0/1 da tre), un rimbalzo, due assist e una palla persa. Cousins (24 punti e 11 rimbalzi), Gay (20 punti) e Rondo (11 punti e 13 assist) non bastano per fermare i T-Wolves, trascinati da un super Wiggins (32 punti e 10 rimbalzi).

Video

Tutti i siti Sky