Caricamento in corso...
12 gennaio 2016

Nets ancora battuti: vincono gli Spurs. Warriors inarrestabili

print-icon
and

San Antonio espugna il parquet dei Brooklyn Nets (Getty)

Nella notte di Nba poco spazio per Andrea Bargnani nella sconfitta di Brooklyn contro San Antonio. Nets battuti 106-79. Continua a vincere Golden State, a fare le spese dei Warriors gli Heat sconfitti 111-103

La rivoluzione attuata dal miliardario russo Mikhail Prokhorov, proprietario della franchigia, non ha ottenuto effetti immediati. Nonostante l'esonero del manager Lionel Hollins, ritenuto il principale colpevole del penultimo posto nella Eastern Conference, Brooklyn subisce un'altra sconfitta casalinga nella regular-season dell'Nba. I Nets, affidati ad interim al vice Tony Brown in attesa del nuovo head coach, non sfruttano la spinta degli oltre 15mila spettatori che hanno affollato il Barclays Center e si arrendono con il punteggio di 106-79 ai San Antonio Spurs, trascinati dai 25 punti di LeMarcus Aldridge. Nel quintetto della 'Big Apple', apparizione non memorabile di Andrea Bargnani: il 30enne centro romano, accostato negli ultimi giorni a Milano, sigla 7 punti e 2 rimbalzi in 15 minuti di impiego.

Golden State continua a vincere, battuti i Miami Heat per 111-103. Steph Curry ancora una volta protagonista. 31 punti e 6 assist per l'MVP della passata stagione, autore dei canestri decisivi nel finale di gara. Bene anche Green, con 22 punti e 12 rimbalzi. Continua il momento magico per i Warriors: questa è la 36esima vittoria stagionale, la 18esima in casa in altrettante partite. Nessuno come loro nella storia NBA. Per Miami 6 i giocatori in doppia cifra , guidati dai 20 punti di Wade. Gli Heat perdono la seconda partita consecutiva del loro viaggio ad Ovest, scivolando al quinto posto nella corsa ai Playoff

Video

Tutti i siti Sky