Caricamento in corso...
29 maggio 2016

Nba in lutto, Dejean-Jones morto in una sparatoria

print-icon
dej

Il comunicato dei Pelicans: "Devastati, aveva un futuro brillante davanti a sé" (foto Getty)

La guardia 23enne dei New Orleans Pelicans aveva sfondato la porta di un appartamento credendo fosse quello della ex moglie e della figlia, allarmato per l'assenza di una risposta. Il proprietario, spaventato, ha aperto il fuoco

Tragedia nel mondo Nba. Bryce Dejean-Jones, guardia ventitreenne dei New Orleans Pelicans, è stato ucciso in una sparatoria a Dallas. Secondo le prime ricostruzioni il giocatore dei Pelicans era andato a trovare la madre di sua figlia a Dallas in occasione del primo compleanno della bimba. Dopo una passeggiata  insieme, la donna che vive al quarto piano era tornata a casa, mentre Dejean-Jones si era trattenuto ancora un po' fuori e al rientro, essendo la prima volta che visitava l'edificio, era salito per errore al terzo piano. Il prodotto di Iowa State ha cominciato a bussare a un appartamento e non ricevendo risposta ha sfondato a calci la porta. Il proprietario dell'appartamento impaurito ha afferrato una pistola e ha aperto il fuoco uccidendo Dejean-Jones. In Texas è legale l'omicidio di chi cerchi di violare la proprietà privata. Nella sua unica stagione in Nba, conclusasi a febbraio a causa della rottura del polso destro, Dejean-Jones aveva segnato una media di 5,4 punti e 3,4 rimbalzi in 11 partite giocate su 14.

I New Orleans Pelicans hanno rilasciato un comunicato sulla tragedia: "Siamo devastati per la perdita di un giovane che aveva un futuro così brillante davanti a sé".

Video

Tutti i siti Sky