Caricamento in corso...
11 giugno 2016

Un Curry formato MVP porta Golden State sul 3-1

print-icon
Cur

Protagonista assoluto di Gara-4 Curry trascina Golden State sul 3-1 (Getty)

Gara tirata per 36' poi Steph rompe l'equilibrio. Cleveland diventa prevedibile in attacco proprio nei momenti chiave. Finisce 108-97 per i Warriors. Nuovo record di triple segnate in una gara delle Finals per Golden State che avrà il primo match point in casa

Non poteva piovere per sempre. Non potevamo pensare di vederlo con quel paradenti ballerino e la faccia imbronciata. Steph Curry, limitato per 3 gare, torna ad essere quello che tutti conosciamo e che Cleveland avrebbe volentieri fatto a meno di vedere. Nell'unica gara della serie che non fosse già decisa dopo mezzora scarsa di basket, Golden State espugna la Quicken Loans Arena, violata per la prima volta in questa postseason.


Curry latitante, ci pensa Barnes
- Si comincia con due triple targate Barnes e Irving con l'ex Duke ancora trascinatore dei suoi. I Cavs sono molto attenti in difesa ma Golden State non ha fretta. In prima fila c'è Pep Guardiola e Kerr chiede ai suoi un po' di tiqui-taca visto che alla fine un uomo libero, causa continuo raddoppio su Steph, si trova sempre. Irving però è tarantolato e ben presto Kerr è costretto a richiamare i suoi all'ordine. Curry mette la sua prima tripla a 3'48'' dalla fine del primo quarto. Da poco in campo c'è Kevin Love, che ha avuto l'ok dei medici ma che non è partito in quintetto titolare.


Extra possessi Cavs - Golden State difende bene ma deve essere frustrante vedere che gli altri prendono tutti i rimbalzi offensivi potendo avere altri preziosi secondi per imbastire altre azioni. Il solito Tristant Thompson, Kevin Love e lo stesso LeBron James confezionano continui extra possessi.

Pioggia di triple - Kerr sorprende nelle rotazioni utilizzando McAdoo che prova a limitare James e a prendere qualche rimbalzo ma sono i 4' di Varejao che dovremo analizzare per capire quanto importanti siano stati. L'ex di turno prende un paio di rimbalzi offensivi che pesano un'infinità: James e Irving ingaggiano un duello a distanza con Thompson e Curry. Il duo della dub nation, unito alla tripla di Iguodala, regala il vantaggio; Warriors 72-69 con Steph che è già ben oltre quota 20 punti. Gli ultimi 12' iniziano con Golden State sul +2. Cleveland va a -6 e inizia a forzare ma soprattutto ad attaccare in maniera abbastanza prevedibile. James o Irving: stop. A proposito di stop c'è stato anche un invasore di campo ma la TV americana, come da prassi, non concede nemmeno un'inquadratura a chi vorrebbe 10'' di celebrità. Cleveland sbaglia, Curry disegna basket, Thompson lo spalleggia, Barnes mette la tripla del +9 al termine di un parziale di 12-1. Il resto lo fanno i liberi realizzati dagli Splash Brothers. Golden State vola 3-1 nella serie e nella notte tra domenica e lunedì potrà sfruttare in casa il primo match point.

 


Cleveland Cavaliers-Golden State Warriors 97-108

 

CLE: Irving (34 pt), James (25 pt, 13 rimb e 9 assist), Love (11 pt)
GS: Curry (38 pt e 6 assist), Thompson (25 pt), Barnes (14 pt e 8 rimb)

 

 

 

Video

Tutti i siti Sky