Caricamento in corso...
17 giugno 2016

Epico LeBron. Warriors al tappeto. Si va a gara-7

print-icon
Jam

Questa è stata la giocata che ha fatto tremare la Quickens Loans Arena. Alley-oop di Smith e schiacciatona di LeBron James nella vittoria dei Cavs. (Getty Image)

Per la seconda gara consecutiva LeBron va oltre quota 40 punti. E'il quinto giocatore nella storia delle Finals a riuscirci. Curry ne mette 30 ma esce per falli. Finisce in trionfo per i Cavs che vincono 115-101

Trovare un aggettivo che descriva la gara-6 di LeBron James è cosa ardua tanto quanto il piano che dovrà studiare Steve Kerr per una gara-7 che vede emotivamente avanti quelli dell'Ohio. King James si prende l'ennesima copertina e regala a tutti gli amanti della palla a spicchi un ultimo atto che in pochi avrebbero potuto prevedere.

Incubo Warriors - Pronti via e Cavs subito in fuga con Golden State che di fatto resta negli spogliatoi. Barnes sbaglia due comode triple, Irving inzia da dove aveva lasciato. Risultato: Cleveland è avanti 6-0 con Golden State che segna i primi punti dopo un'eternità (oltre 5') con Draymond Green. Perfetto invece l'attacco dei Cavs che però devono registrare i 2 falli di Love dopo pochissimi minuti. Se la Quicken Loans Arena alza il volume in maniera esponenziale, il merito è dell'aggessività dei propri beniamini. J.R. Smith mette una tripla, Richard Jefferson lo imita e il 20-7 è servito. Dopo 12' di basket è +20 Cleveland con Thompson, Green, Barnes e Livingstone praticamente inesistenti.


Curry contro tutti - A inizio secondo periodo arriva il 3° fallo di Kevin Love ma Kyrie Irving fa quello che vuole. Golden State è solo Steph Curry: l'MVP costruisce un 9-0 di parziale e il divario torna in singola cifra (46-38). Kerr deve fare i conti anche con i problemi alla schiena di Iguodala, partito in quintetto per l'assenza di Bogut che ha salutato le Finals dopo l'infortunio in gara-5. Cleveland risponde con un'intensità mai vista. Curry e Green hanno già 3 falli a testa e si va al riposo lungo sul 59-43 Cavs con Tristan Thompson in doppia doppia. 18 pt di Curry ma lo 0/11 complessivo di Barnes e Livingston è pauroso. Irving intanto ne ha già messi 20.


Re contro MVP - La contesa rischia di finire anzitempo: LeBron giganteggia, Smith punisce dall'arco e anche Kevin Love partecipa alla festa. Steph Curry è già con 4 falli sul groppone ma resta in campo. Klay Thompson mette la prima tripla al settimo tentativo. La difesa degli Warriors però balla parecchio e un nuovo +20 è la naturale conseguenza di ciò che si vede sul parquet. Il boato per l'alley-oop di Smith per il Re viene udito anche in Alaska. Poi i Cavs giocano troppo col cronometro, Klay Thompson si sveglia e gli warriors si ritrovano senza un vero perché a -9 La stanchezza si fa sentire ma Curry e James trovano nuova stamina ed è uno spettacolo: triple contro tiri ad altissimo coefficiente di difficoltà. Steph arriva a 5 falli (rubata pulita su Irving ma punita dagli arbitri) ma Kerr non si sogna di toglierlo. Il Re scollina quota 30 punti e dal +7 i Cavs si riportano sul +11 (90-79 con Lebron che segna tutti gli ultimi 18 pt dei suoi). Quello col 23 pizza anche due alley-oop per Thompson e stoppa Curry che poi prova a rubagli palla commettendo il 6° fallo. L'MVP la prende malissimo e viene espulso. E' tutto. Si torna in California per una gara-7 già epica ancor prima che venga alzata la palla a due.

Cleveland Cavs-Golden State Warriors 115-101
CLE
: James (41 pt, 8 rimb, 12 ass), Irving (23 pt), T.Thompson (15 pt e 16 rimb)
GS: Curry (30 ptcon 8/13 da 3), K.Thompson (25 pt)

Video

Tutti i siti Sky