NBA, Warriors dalla parte di Durant contro OKC

Questa notte Golden State fa visita ai Thunder nel quarto incrocio di questa stagione, con Kevin Durant costretto a restare seduto a guardare i compagni. Le polemiche però, non sembrano placarsi: stavolta sono gli Warriors a lanciare la stoccata alla dirigenza di OKC

Dopo 20 giorni di riabilitazione lontano dal parquet, Kevin Durant è pronto a rimettersi in viaggio con la squadra in vista delle due trasferte che impegneranno gli Warriors nei prossimi giorni. La prima sarà quella di Oklahoma City, dove gli ex-tifosi di KD avevano riservato un’accoglienza tutt’altro che lieta al numero 35 il mese scorso. Il ginocchio ancora non risponde bene e quella contro Westbrook e compagni non sembra di certo la partita adatta in cui provare a riprendere confidenza con il campo. Steve Kerr è il primo a non aver ancora deciso se portare con sé il numero 35 in panchina o meno: “L’ho visto in allenamento e sta facendo dei progressi enormi. Riesce a sollecitare il ginocchio e a giocare come se non ci fossero problemi nella risposta dell’articolazione”. Notizie liete che fanno ben sperare una squadra che senza il suo miglior realizzatore viaggia con il record di 5 vittorie e 5 sconfitte.

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005