Caricamento in corso...
26 giugno 2014

La dieta mediterranea: un’alimentazione salva-vita

print-icon
26_

Credits: Intermedia

Il partimonio immateriale dell'umanità riconosciuto dall'Unesco è la base della prevenzione di molti malanni. I consigli del professor Cognetti, presidente della Fondazione Insieme contro il cancro

Frutta, verdura, pesce azzurro, pasta e olio extravergine d’oliva. Sono gli alimenti principe della dieta mediterranea: un tesoro culinario dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. “Comportamenti corretti in cucina e a tavola sono fondamentali per la salute, durante tutte le età della vita - afferma il prof. Francesco Cognetti, Presidente della Fondazione Insieme contro il Cancro - La corretta assunzione di alimenti, associata ad uno stile di vita attivo e senza eccessi, costituisce la base della prevenzione di moltissime malattie, compreso il cancro. Il 30% dei tumori è direttamente collegato all’alimentazione scorretta. Per fortuna, in Italia abbiamo una risorsa che tutti ci invidiano: la dieta mediterranea. È un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo, che si rifà alla tradizione locale, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta e verdura, pesce (soprattutto azzurro), latticini e carne magra. Tutto accompagnato da spezie, vino in quantità moderata o infusi. Alimenti che, se consumati nelle giuste dosi, possiedono eccellenti caratteristiche antitumorali”.

Scopriamo allora quali sono i più importanti cibi anticancro: frutta e verdura (bisogna consumarne almeno 5 porzioni al giorno), legumi (molto ricchi in proteine vegetali e ferro), vitamine del gruppo B, prodotti integrali (nutrienti e antiossidanti), semi e frutta secca (noci, mandorle, prugne) e pesce, soprattutto quello azzurro (sardine, acciughe, sgombri).

Da evitare o limitare invece il consumo di carne rossa e insaccati (solo una volta la settimana), sale (ne bastano 5 grammi al giorno) e le bevande alcoliche (1 bicchiere al giorno per le donne e 2 per gli uomini).

Tutti i siti Sky