Caricamento in corso...
07 luglio 2014

Calcio, benefici anche per donne e anziani

print-icon
07_

Credits: Getty Images

Se praticato senza ansie da risultato o eccessivo agonismo, giocare a pallone fa bene anche a donne e anziani

Non solo quello dei professionisti che stanno disputando i Mondiali in Brasile, anche il calcio amatoriale o organizzato fra amici è promosso fra gli sport migliori per prevenire le patologie più comuni. Basta praticarlo senza eccessivo agonismo ed evitando i contatti violenti. In fondo si tratta di partite tra amici, l'importante è muoversi e divertirsi. In occasione dei Campionati del Mondo, infatti, la scienza promuove il gioco del pallone nell’ultimo numero dello Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports, interamente dedicato ai benefici delle partite di calcio.

La rivista ha riportato 13 studi internazionali che smentiscono il detto comune che vorrebbe le scarpette da calcio “vietate” dalla mezza età in poi perché troppo rischioso per la salute e a rischio di incidenti. Gli esperti, invece, raccomandano di praticarlo per 45 minuti alla settimana anche alle donne e agli uomini di mezza età.

Fa bene anche se si inizia a 80 anni, si legge nell’editoriale della rivista. Benefici riconosciuti contro ipertensione, patologie metaboliche e cardiovascolari, diabete, attività cardiaca, muscoli, ossa e sperimentato anche su un campione di uomini anziani affetti da cancro alla prostata. Consigliato ai bambini, anche obesi, dai 9 anni in poi, perché li mantiene più magri, in salute e aumenta l’autostima.

Tutti i siti Sky