Caricamento in corso...
18 luglio 2014

L’acqua, bevanda ideale per lo sport…ma non solo

print-icon
bot

Credits: Getty Images

Come, quando e perché idratarsi durante la giornata. “Cominciamo con un bicchiere a colazione, due a pranzo, altri due a cena e mezzo litro di acqua lontano dai pasti”, spiega il dott. Gerardo Medea della SIMG

Durante l’esercizio fisico è fondamentale mantenere il corpo idratato. Ricordatevi quindi di bere già prima di lanciarvi sulla bici o di scatenarvi in palestra. Ovviamente, non esagerate: è infatti sconsigliato assumere molti liquidi nell’ora precedente lo sforzo, perché può stimolare la diuresi, ottenendo l’effetto contrario.

L’acqua fresca è la bevanda ideale: la temperatura perfetta è intorno ai 10 gradi. Un consiglio? Aggiungendo una piccola quantità di zucchero otterrete un drink energetico e bilanciato, che vi aiuterà ad arrivare alla fine senza dover sperare in un qualche miracolo. Ma non è importante bere solo quando si fa sport. Con la bella stagione e l’aumento delle temperature, diventa ancora più importante ricordarsi di consumare ogni giorno la giusta quantità di acqua: utile all’eliminazione di tossine e delle sostanze di rifiuto, aiuto per un’adeguata lubrificazione delle articolazioni e, soprattutto per le donne, vero e proprio elisir di bellezza (conferisce forma e rigidità ai tessuti).

Come ha spiegato il dottor Gerardo Medea, membro del Consiglio di Presidenza della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale), durante una puntata di “In Forma”, il programma targato “Il Ritratto della Salute” andato in onda su Sky Sport 24: “Il consumo di acqua deve essere ottenuto suddividendo l’introduzione in tutto l’arco della giornata. Cominciamo con un bicchiere di acqua a colazione, due bicchieri di acqua a pranzo, due bicchieri di acqua a cena e mezzo litro di acqua lontano dai pasti”.

Tutti i siti Sky