Caricamento in corso...
26 novembre 2014

Sport, bambini più attivi se lo è anche la mamma

print-icon
mam

Getty Images

Uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics dimostra una correlazione tra il livello di attività della madre e del piccolo. “Per la salute femminile i vantaggi dell’esercizio fisico sono numerosi a tutte le età”, spiega il prof. Paolo Scollo della SIGO

Tra notti insonni, nuovi problemi, denti che spuntano e pannolini da cambiare, riuscire a mantenersi attive dopo il parto può essere molto difficile. Ma è bene metterlo in cima alla lista delle priorità, non solo per la salute della mamma, ma anche per quella del bambino.
Un nuovo studio pubblicato dai ricercatori delle Università di Cambridge e di Southampton sulla rivista Pediatrics ha, infatti, dimostrato che esiste una stretta associazione tra il livello di attività della mamma e del piccolo. In particolare, se la mamma pratica esercizi per un'ora al giorno, il suo bambino rimarrà in movimento per 6 minuti in più. Perché i bambini non sono “naturalmente attivi” ed è importante far loro acquisire abitudini salutari in termini di attività fisica sin da quando sono piccoli.

“Ci sono molte priorità importanti per le neomamme e trovare il tempo per mantenersi attivi non è sempre in cima alla lista – sottolinea il prof. Paolo Scollo, Presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) – Per la salute femminile, i vantaggi che derivano dall’esercizio fisico sono numerosissimi, a tutte le età. Fino addirittura alla menopausa: le sportive arrivano a questa fase della vita più in forma e con un rischio ridotto di osteoporosi e malattie cardiovascolari. Ma anche durante la gravidanza l’esercizio fisico rimane molto importante, perché aiuta la donna a restare in salute per tutti i nove mesi e, in particolare, ne ottimizza il metabolismo, con conseguenze positive anche sullo sviluppo del feto”.

Tutti i siti Sky