Caricamento in corso...
05 dicembre 2014

Candida? Si combatte con seta, sport e buona alimentazione

print-icon
don

Getty Images

Ne sono colpite il 70% delle donne in età fertile. Grazie a fibre naturali come la fibroina di seta si può curarla senza nessuna controindicazione. Molto importanti anche gli stili di vita (movimento e cibo)

La candida è la più frequente e diffusa infezione intima femminile. Colpisce, almeno una volta nella vita, il 70% delle donne in età fertile. Un’adolescente su quattro, che si rivolge a un ambulatorio ginecologico, presenta una vaginite da candida. Il disturbo riduce drammaticamente la qualità di vita. L’80% delle donne è infatti costretto a rinunciare ai rapporti sessuali a causa dell’infezione. Per combatterla esiste un efficace rimedio: la fibroina di seta, una fibra naturale al 100%, rispettosa dell’ecosistema femminile che non presenta nessuna controindicazione.

Fibroina di seta - “Diversi studi scientifici hanno dimostrato che indossare indumenti intimi realizzati in questo materiale aiuta a prevenire e contrastare le infezioni ricorrenti - afferma il prof. Paolo Scollo presidente nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) -. Il beneficio è immediato e in un paio di giorni si dimezzano i sintomi di prurito e bruciore. La scelta dell’abbigliamento intimo femminile è molto importante per prevenire malattie e infezioni. I prodotti in fibroina di biocompatibili e si adattano perfettamente alle esigenze dell’organismo”.

I consigli degli esperti
- Ecco altri cinque rimedi contro le infezioni ginecologiche:
1) Seguire una dieta sana e bilanciata (ricca di frutta e verdura), abbinata a un'attività fisica regolare;
2) Lavare accuratamente la biancheria e le lenzuola con prodotti antimicotici;
3) Non indossare indumenti eccessivamente aderenti (anche quando si pratica sport!): il continuo sfregamento contro i genitali può favorire la comparsa di irritazioni che, a lungo andare, provocano infiammazioni;
4) Rivolgersi al ginecologo appena ricompaiono sintomi evidenti, come bruciore e prurito;
5) Lavare accuratamente la zona intima: è necessario usare detergenti a pH fisiologico (4 o 5). Evitare saponi troppo aggressivi e deodoranti intimi.

Tutti i siti Sky