Caricamento in corso...
08 dicembre 2014

Bicicletta d’inverno, ecco i cinque segreti

print-icon
bic

Getty Images

Non c’è motivo per chiudere la bici in garage quando arriva il freddo. Dall’abbigliamento allo stile di guida, passando per lo stile di guida e la sicurezza, ecco le dritte degli esperti

Chi ha detto che nei mesi freddi bisogna dimenticarsi della bicicletta e dedicarsi a mezzi di trasporto alternativi? Nei Paesi del Nord le due ruote sono utilizzate da milioni di persone 12 mesi all’anno! Ecco allora i consigli del perfetto ciclista quando la colonnina di mercurio comincia a scendere…

L’abbigliamento
- Pedalare è il miglior modo per scaldarsi: superato il problema dell'aria, difficilmente il freddo sarà un problema. Anche per questa ragione sono ideali le giacche tecniche, impermeabili, traspiranti e spesso dotate di inserti catarifrangenti.

Testa, mani, piedi - Attenzione alle estremità. Il casco è già una copertura che si può rinforzare con una fascia o un paraorecchie. I guanti perfetti sono quelli da ciclismo, caldi e impermeabili. Infine i piedi: un cambio scarpe è l’ideale (se no ci sono sempre i vecchi stivali di gomma…).

La bici - Innanzitutto sono indispensabili i parafanghi. Un piccolo trucco per le ruote: sgonfiando leggermente le gomme aumenterete la superficie di contatto con l'asfalto e quindi il grip. Attenzione ai freni: i classici modelli da bicicletta perdono tantissimo quando si bagnano.

Stile di guida - Cercate di anticipare le frenate, le curve e in generale le manovre più complicate. Attenzione alla corsia solitamente riservata alle biciclette, perché qui si concentra tutto lo sporco della carreggiata: meglio stare più al centro della strada e diminuire la consueta velocità di andatura.

Occhio al buio - Quando uscite dall’ufficio probabilmente è già scuro: ecco perché è fondamentale essere ben visibili! Dotatevi di luci anteriori e posteriori: quelle catarifrangenti non sono sufficienti, meglio acquistare anche quelle lampeggianti.

Tutti i siti Sky