Caricamento in corso...
22 dicembre 2014

Nei, l’ABC…DE della prevenzione

print-icon
med

Getty Images

Una semplice mappatura permette di diagnosticare il 50% delle lesioni maligne. Ecco quali sono le 5 caratteristiche da prendere in considerazione per chi ha molti nei sulla pelle

Chi ha una cinquantina di nei dovrebbe sottoporsi a una visita di controllo con un medico specialista. È facile infatti non fare caso a questi piccoli segni sulla pelle, che andrebbero invece sempre osservati con attenzione per capire come si modificano.

Mappatura - “La mappatura dei nei è la prima regola di prevenzione contro il melanoma - afferma il prof. Paolo Ascierto, dell’Unità di Oncologia Medica e Terapie Innovative del ‘Pascale’ di Napoli e presidente della Fondazione Melanoma - Si tratta di una delle più pericolose forme di cancro della pelle ed è in netto aumento in tutto il mondo. Si origina dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della cute, che si trovano nello strato più profondo dell’epidermide. Per fortuna è facile da individuare: una semplice visita medica con un esperto permette di diagnosticare circa il 50% delle lesioni maligne”.

La regola dell’ABCDE – Fate attenzione quindi alle seguenti caratteristiche di ogni neo:
- A asimmetrie, quando, diviso idealmente con una linea centrale, presenta una metà diversa dall’altra;
- B bordi, quelli irregolari e frastagliati sono più a rischio;
- C colore, se cambia, si sfuma o “sbiadisce”. A seconda della carnagione può cambiare anche il colore del neo. Nelle persone con pelle chiara i nei sono meno pigmentati, e viceversa. Attenzione quindi alle modificazioni di colore improvvise! 
- D dimensioni, se il diametro è maggiore di 6 millimetri;
- E evoluzione, nell’arco di poco tempo sia se cresce di dimensioni, sia se diventa in rilievo. Insomma, tutti i nevi che si trasformano sono a rischio;

Prestate infine attenzione a nei posti in zone a rischio sfregamento con gli elastici degli indumenti, spazzola e rasoio.

Tutti i siti Sky