Caricamento in corso...
12 gennaio 2015

Adolescenti e sport, fuga dall’esercizio fisico

print-icon
att

Getty Images

Il 70% dei teenager intorno ai 17 anni abbandonano le attività sportive intraprese da piccoli. Oltre alla pigrizia e ai nuovi interessi, pesano anche problemi fisici (soprattutto nelle ragazze). I consigli degli esperti per tornare a fare sport

In Italia 7 adolescenti su dieci intorno ai 17 anni abbandonano lo sport che avevano intrapreso dall´infanzia. I motivi di questa "fuga" sono molti: pigrizia, prime avventure sentimentali, mancanza di tempo libero o il peso di impegni scolastici o lavorativi. Ma un sempre maggior numero di giovani atlete smette di praticare attività fisica a causa di problemi fisici legati ai flussi mestruali abbondanti. L’arrivo del ciclo coincide per molte adolescenti con l’addio alla carriera agonistica, a causa della discontinuità di allenamento e performance che mestruazioni dolorose o abbondanti comportano.

“In questi casi è necessario sottoporsi da una visita con un ginecologo - il prof. Paolo Scollo Presidente della Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia (SIGO) - Il medico specialista può infatti aiutare la giovane donna in difficoltà. Un regolare esercizio fisico è utile a tutte le età, aiuta a prevenire le malattie croniche, a proteggere da condizioni disabilitanti, a eliminare i fattori di rischio. Nei ragazzi, oltre agli effetti benefici generali sulla salute, l´attività fisica aiuta l´apprendimento, rappresenta una valvola di sfogo alla vivacità tipica della giovane età, stimola la socializzazione e abitua alla gestione dei diversi impegni quotidiani, consentendo un buon controllo emotivo e una migliore autostima. Lo sport è dunque importantissimo in un’età delicata e di transizione come l´adolescenza. Inoltre adottare uno stile di vita salutare partendo dallo sport influenza fin dall’adolescenza a fare scelte consapevoli anche in campo sessuale”.

Tutti i siti Sky