Caricamento in corso...
23 febbraio 2015

Allenamenti, proteggi la pelle con la fibroina di seta

print-icon
mar

Getty Images

Quando corriamo o pedaliamo per molto tempo la sudorazione può causare bruciori e irritazioni. Ma grazie a questo nuovo tessuto è possibile  mantenere una traspirazione molto elevata ed eliminare rapidamente l'umidità

Quando svolgiamo attività fisica aerobica il nostro organismo può perdere, attraverso il sudore, grandi quantità di liquidi. E’ sbagliato credere che quando ci alleniamo intensamente e sudiamo molto il grasso corporeo si “sciolga”. L’innalzamento della temperatura corporea dovuto all’esercizio non intacca queste riserve energetiche del nostro organismo e non esiste relazione tra sudore e grassi consumati.

Secondo gli esperti di medicina dello sport in alcune discipline molto faticose come la maratona, lo sci di fondo, il triathlon o il ciclismo possiamo smaltire addirittura dai 5 ai 6 litri sudore. Il suo compito fondamentale è raffreddare la temperatura corporea che altrimenti salirebbe fino a dei valori insostenibili e quindi mortali per i centri cerebrali. Quando corriamo (o pedaliamo) per molto tempo il surriscaldamento eccessivo, la fortissima sudorazione e lo sfregamento possono causare disturbi, forti bruciori e irritazioni soprattutto sui capezzoli, sotto le ascelle e tra le cosce. Per evitare problemi alla nostra pelle un rimedio naturale è indossare durante le gare e gli allenamenti calze, magliettine e slip in fibroina di seta medicata. Si tratta della parte nobile del tessuto che viene trattata con apposite sostanze antibatteriche per ottenere una maglia molto simile alla nostra pelle. Per questo può evitare le frizioni e irritazioni meccaniche tipiche di alcuni sport e svolgere un micro massaggio della cute. La fibroina mantiene una traspirazione molto elevata e contribuisce a eliminare rapidamente l'umidità in eccesso anche durante uno sforzo fisico importante.

“La nostra pelle è una membrana cellulare composta di equilibri sottilissimi chimici che possono rompersi o alterarsi - spiega la professoressa Maria Concetta Pucci Romano, docente di Terapie Speciali Dermatologiche all’Università Tor Vergata di Roma - Questo offre la possibilità ad agenti patogeni come virus o batteri o di sostanze tossiche di aggredire la cute. La fibroina di seta ha un effetto di riequilibrio sulla pelle e può rimette in moto i meccanismi della termoregolazione e dell'idratazione che vengono stravolti durante grandi sforzi fisici aerobici”. 

Tutti i siti Sky