Caricamento in corso...
26 marzo 2015

Allergie di primavera, difendiamo l’organismo coi probiotici

print-icon
all

Getty Images

Svolgono una funzione protettiva sull’organismo, stimolando il sistema immunitario e lo sviluppo di anticorpi, preziosi alleati contro gli allergeni. Ecco perché sono un alleato quando arrivano i primi pollini...

L’avreste mai detto che la nostra predisposizione alle allergie dipende in parte dall’intestino? Il corpo umano, come quello di tutti gli esseri viventi, viene normalmente colonizzato da microrganismi che sono acquisiti fin dalla nascita (già al contatto con il tratto genito-urinario della madre) e che subiscono modifiche e variazioni in numero e specie lungo tutto il decorso della vita. Questi microrganismi costituiscono la flora batterica intestinale e svolgono una funzione protettiva sull’organismo, stimolando il sistema immunitario e quindi lo sviluppo di anticorpi, preziosi alleati contro gli allergeni. Tuttavia, l’equilibrio dell’ecosistema intestinale è fragile e può essere facilmente alterato: stress, cambi di stagione, alimentazione scorretta e uso di farmaci e antibiotici possono compromettere la funzionalità dell’intestino, esponendoci a infiammazioni e infezioni.

Un prezioso aiuto preventivo può arrivare dal’assunzione di probiotici, “microorganismi vivi che, somministrati in quantità adeguate, apportano benefici alla salute dell’ospite”. Questi batteri, una volta ingeriti, sopravvivono all’acidità gastrica e all’alcalinità biliare, raggiungono così la mucosa intestinale vivi e vitali per colonizzarla e svolgere la loro azione benefica. Tuttavia, i probiotici non sono uguali: ogni ceppo ha le sue caratteristiche e quindi diversi ambiti d’impiego.

Con l’arrivo della bella stagione, sono frequenti fastidiosi disturbi intestinali come la diarrea, ma anche allergie da polline e infezioni respiratorie. Si è dimostrato che l’assunzione di specifici ceppi di probiotici (come il Lactobacillus rhamnosus GG, il Lactobacillus rhamnosus GR-1, Lactobacillus reuteri RC-14), possono aiutare a regolarizzare il transito intestinale e concorrere al rinforzo delle attività della mucosa intestinale; inoltre favoriscono la riduzione del rischio di otiti, soprattutto nei bambini, e il ricorso agli antibiotici per le infezioni respiratorie e urinarie di grandi e piccini, stimolando la funzione immunitaria e quindi una maggiore resistenza a batteri e allergeni.

Numerosi studi sperimentali e clinici hanno ampiamente evidenziato la potenzialità preventiva di alcuni probiotici rispetto alle allergie. Il Lactobacillus Rhamnosus GG, ad esempio, riduce del 50% l’incidenza di dermatiti ed eczemi atopici nei neonati, se assunti dalle mamme durante l’intero periodo di gestazione. Inoltre i probiotici sono molti utili per chi per chi ha uno stile di vita particolarmente frenetico e stressante e per chi pratica molto sport. Alcuni specifici ceppi promuovono il consumo di proteine, soprattutto grazie al maggiore assorbimento di leucina un amminoacido che manca in alimenti come soia e riso di solito consumati dagli sportivi per ridurre il colesterolo e favorire l’aumento della forza e della massa magra corporea; inoltre migliorano la risposta allo stress sia fisico che mentale.

Questi benefici ovviamente vanno accompagnati da uno stile di vita sano e da una dieta equilibrata ricca di frutta e verdura di stagione, da consumare almeno cinque volte al giorno: questi fattori rappresentano la vera forma di difesa contro le allergie e uno scudo protettivo contro importanti patologie cardiovascolari e metaboliche.

Tutti i siti Sky