Caricamento in corso...
31 marzo 2015

Ginecologo alleato della donna anche durante la terza età

print-icon
anz

Getty Images

Secondo una ricerca pubblicata di recente, le donne che vivono la sessualità in modo soddisfacente invecchiano meglio delle coetanee. Ecco perché è importante farsi seguire dall’esperto giusto in modo da monitorare gli aspetti fondamentali della salute

La vita sessuale e affettiva durante la terza età non solo non scompare, ma può ulteriormente svilupparsi ed essere vissuta in armonia. Può anzi addirittura perfezionarsi e rafforzarsi, arricchendo così la qualità delle relazioni umane. Un processo che sta marcando sempre più la differenza tra la “senescenza” di qualche anno fa e quella attuale. Gli scienziati la chiamano “la nuova vecchiaia”, perché include persone che viaggiano di più, tendono ad essere sportive, utilizzano le nuove tecnologie e hanno più rapporti di un tempo. A volte si tratta di una sessualità migliore di quella dei più giovani, perché più romantica e consapevole. Quindi, l’eros in terza età può diventare un vero e proprio toccasana. Secondo una ricerca pubblicata sul “Journal of the American Geriatric Society”, le donne che vivono la sessualità in modo soddisfacente invecchiano meglio delle coetanee! Esiste un vero e proprio circolo virtuoso tra invecchiamento e sesso. Gli esperti dicono che questo legame si intensifica nelle persone che riescono a mantenere alti i livelli di salute mentale e fisica.

“Un ginecologo deve seguire la donna dall’adolescenza fino alla terza età - afferma il prof. Paolo Scollo presidente nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) - Durante questa fase delle vita femminile il controllo con il medico specialista permette di monitorare una serie di aspetti fondamentali per la salute. Dopo i 65 anni il pap-test deve essere eseguito ogni 2-5 anni. Il tumore del collo dell'utero compare soprattutto durante la vecchiaia.

“Per mantenersi in buona salute è importante mantenere uno stile di vita sano che preveda una regolare attività psico-fisica e un’ alimentazione equilibrata - prosegue Scollo - Un po' di moto aiuta a prevenire le malattie tipiche dell'anzianità come cancro, ipertensione, diabete e scompenso cardiaco. Le attività consigliate sono: ballo, jogging, bicicletta (o cyclette), nuoto, aerobica in acqua ma anche il giardinaggio. Tagliare l’erba e sistemare i fiori può far bruciare anche 300 calorie l’ora”.

Tutti i siti Sky