Caricamento in corso...
10 aprile 2015

Terza età in salute con l’esercizio fisico

print-icon
10_

Getty Images

Sono tanti i vantaggi di un movimento regoale da anziani: contribuisce a manternere il peso forma ideale, migliora la pressione arteriosa e il tasso di colesterolo, rallenta l’invecchiamento muscolare e osseo, favorisce la socializzazione con riduzione dei sintomi di ansia e stress

L’Italia è uno dei paesi più vecchi d’Europa: secondo gli ultimi dati forniti dall’Istat il 20% della popolazione ha, infatti, superato i 65 anni di età. L’invecchiamento rappresenta una grande sfida a tutti i livelli. Pur essendo un processo inevitabile, può essere ritardato con una strategia mirata, che punta sul mantenersi in attività sia attraverso il movimento fisico che l’allenamento mentale. Per vivere a lungo, infatti, i geni non bastano, bisogna seguire anche uno stile di vita sano ed equilibrato. L’esercizio fisico regolare è una delle attività migliori per mantenersi in salute. Il movimento, infatti, può prevenire e attenuare molti problemi psicofisici collegati all’età, previene le cadute e migliora la qualità di vita, aumentando anche il benessere psicologico.

“Negli over65 l’attività motoria raccomandabile deve variare a seconda delle  condizioni di salute generali e dell’età” – spiega il prof. Sergio Pecorelli presidente di Healthy Foundation (HF) – I vantaggi che derivano dall’esercizio fisico sono numerosi. Innanzitutto, per il sistema cardiocircolatorio: il movimento aumenta infatti la richiesta di ossigeno da parte del corpo e rende la circolazione molto più efficiente. Un cuore in forma riesce a pompare una quantità di sangue maggiore, senza ulteriore sprechi di energia. L’attività fisica è quindi in grado di ridurre del 40% la possibilità di essere colpiti da disturbi cardiaci e del 50% il rischio di soffrire d’ipertensione. In secondo luogo, un’attività regolare contribuisce a mantenere il peso-forma ideale bruciando i grassi; migliora la pressione arteriosa e il tasso di colesterolo del sangue; rallenta l’invecchiamento muscolare e osseo; favorisce la socializzazione, con conseguente riduzione dei sintomi di ansia, depressione, stress e solitudine”.

“È però necessario – sottolinea il prof. Pecorelli – prestare particolare attenzione alla fase di riscaldamento e al periodo di recupero, maggiore di quello di un giovane. Per questo è fondamentale sottoporsi ad una accurata valutazione medica del grado di resistenza ed efficienza del proprio organismo, per evitare che lo sport crei più danni che benefici”.

Le attività motorie consigliate agli over65 sono varie: dalla ginnastica dolce al ballo, dal nuoto moderato in piscina a una biciclettata all’aria aperta. Non è necessario strafare, l’importante è muoversi con costanza tutti i giorni, anche con semplici “esercizi” che includono fare le scale invece di prendere l’ascensore, nascondere il telecomando e alzarsi dalla poltrona ogni volta che si cambia canale e soprattutto camminare.

Oggi, le persone anziane possono anche contare su un nuovo alleato per tenersi in forma: la tecnologia. Con strumenti come smartphone e tablet, infatti, è possibile monitorare, tramite app dedicate, i parametri vitali mentre si pratica sport e controllare a distanza altri dispositivi, come i salvavita. Per questi motivi, Healthy Foundation promuove la campagna informativa “Anziani 2.0”. “Le tecnologie possono diventare vere e proprie sentinelle della salute – spiega Pecorelli, Presidente– e aiutare gli anziani a monitorare la loro salute anche durante l’attività fisica”.

Tutti i siti Sky