Caricamento in corso...
05 maggio 2015

La menopausa fa paura? Ecco come affrontarla

print-icon
don

Getty Images

Dal movimento fisico alla dieta alimentare corretta, passando per la sessualità, ecco quali sono i consigli degli esperti su come vivere al top una delle fasi più delicate nella vita di una donna

Spossatezza, vampate di calore, ma anche alterazioni del metabolismo e sbalzi di umore: sono alcuni dei sintomi che si accompagnano all’avvento della menopausa, una della fasi più delicate nella vita di una donna.

“Menopausa menomale” - “Esistono rilevanti differenze individuali nell’esordio e nella durata delle fasi che caratterizzano la menopausa - afferma il prof. Paolo Scollo Presidente Nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) - Il ciclo mestruale può cessare improvvisamente o modificarsi in modo graduale, anche nel corso di anni. È un periodo particolarmente critico, generalmente di circa 5-7 anni, caratterizzato dai tipici segni dell’invecchiamento ovarico: rilevante instabilità dell’attività endocrina, ridotta fertilità, che nel caso di programmazione di una gravidanza dopo i 40 anni d’età, deve essere attentamente considerata; modificazioni metaboliche che coinvolgono l’intero organismo. Ogni cambiamento è spesso fonte di preoccupazione per la donna, ma al tempo stesso può rappresentare una possibilità di miglioramento e proprio per questo è indispensabile affrontare la menopausa con il giusto approccio. Per questo, la SIGO sarà al fianco di Healthy Foundation per il progetto “Menopausa menomale”, la nuova campagna di sensibilizzazione sulla menopausa, per porre sotto la lente di ingrandimento il benessere femminile: grazie ad accorgimenti quotidiani ed a terapie innovative, i disturbi della menopausa e la metamorfosi psicofisica non rappresentano più un problema, mentre i cambiamenti storici e culturali hanno rimosso qualsiasi accezione negativa dal punto di vista sociale. Tutto questo permette di affrontare al meglio il cambiamento del corpo: la menopausa non è “l’inizio della fine”, bensì una fase piena di opportunità, un momento in cui coccolarsi e prendersi cura di sé stesse, per prevenire eventuali problemi ed allargare i propri orizzonti, esplorando nuove possibilità”.

Come affrontarla? - La menopausa va affrontata innanzitutto a livello di stile di vita con tre semplici regole:
1) Movimento fisico: aiuta a scaricare in modo sano le tensioni negative accumulate; il movimento consente di tenere sotto il controllo il peso forma, previene le patologie cardiovascolari e ritarda i processi di invecchiamento osseo e muscolare che possono portare a disturbi cronici come l’osteoporosi.
2) Un po’di sano relax contro lo stress: coltivando piccoli spazi quotidiani per se stesse e il proprio riposo psico-fisico.
3) Spazio a una forma di sessualità: la vita di coppia può diventare più piena e stimolante, anche perché libera da timori di gravidanze indesiderate.

L’importanza della dieta - Anche a tavola è possibile contrastare i sintomi della menopausa. È fondamentale aumentare il consumo di cereali (pane, pasta, riso, ecc.), frutta fresca, verdure e ortaggi in generale, alimenti ricchi di antiossidanti e fibre; privilegiare il pesce azzurro alla carne perché ricco di omega 3, che riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Fondamentale il consumo di latte, formaggi freschi a basso contenuto di grassi e yogurt naturale per sopperire ai fabbisogni di calcio che aumentano con l’avanzare dell’età. Limitare il consumo di insaccati (salame, mortadella, wurstel, salsicce) e preferire i salumi magri (prosciutto crudo, bresaola, speck); preferire sempre la carne bianca a quella rossa. È importante limitare l’utilizzo del sale, che aumenta la pressione arteriosa, sostituendolo con erbe aromatiche e spezie e controllare il consumo di bevande alcoliche: consumare non più di 1 di vino al giorno (durante i pasti). Laddove l’alimentazione non fosse sufficiente, in commercio esistono diverse soluzioni di integratori di vitamine e sali minerali: uno dei più efficaci disponibili è AG-Res 50 ed è utile nei casi di aumentato fabbisogno o diminuito apporto con la dieta di nutrienti come vitamina D, calcio e polifenoli.

EXPO 2015 - “Sempre più disturbi ginecologici si combattono anche a tavola - afferma il prof. Mauro Busacca Vice-Presidente SIGO - Dobbiamo illustrare alle nostre assistite quali cibi devono essere presenti nel loro piatto e cosa invece è meglio evitare se sono afflitte da un determinato disturbo. La corretta alimentazione per il benessere femminile sarà uno dei temi al centro del nostro prossimo congresso nazionale che non a caso si svolgerà a Milano ad ottobre all’interno di EXPO 2015. La SIGO è orgogliosa di poter svolgere il suo meeting annuale in questa prestigiosa cornice internazionale. Il nostro auspicio è che l’esposizione internazionale, che si è aperta in questi giorni, sia l’occasione per rilanciare in tutto il mondo il tema della salute delle donne”.

Tutti i siti Sky