Caricamento in corso...
05 maggio 2015

Quando russare diventa un serio problema di salute

print-icon
man

Credits IMG: Fickr/thefasterdanish

Secondo un recente studio, le persone con sindrome da apnee notturne sviluppano patologie legate all’invecchiamento cerebrale circa dieci anni prima di chi invece non manifesta disfunzioni. I consigli degli esperti per respirare meglio

Il troppo russare non provoca solo una notte insonne al tuo partner.  Può favorire anche l’insorgenza in età precoce di deterioramento cognitivo lieve e di Alzheimer. E’ quanto sostiene un recente studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurology. I ricercatori hanno esaminato i dati riguardanti 2.500 persone di età compresa tra i 55 e i 90 anni, sia con sintomi iniziali di declino cognitivo o affetti da Alzheimer sia senza alcun problema legato alla perdita di memoria. Dalla ricerca è emerso che le persone con sindrome da apnee notturne sviluppano patologie neurodegenerative e legate all’invecchiamento cerebrale circa dieci anni prima di chi invece non manifesta disfunzioni della respirazione notturna.
Un disturbo molto diffuso  - Russare è una consueta attività notturna per oltre 19 milioni di italiani e il disturbo può essere molto fastidioso. Nei casi più gravi il rumore generato raggiunge addirittura i 90 decibel. Le persone colpite, a causa della cattiva qualità del sonno e dai numerosi risvegli, manifestano problemi in grado di interferire con la loro vita di coppia. Ma le conseguenze possono essere pericolose anche per la salute. La momentanea ostruzione delle vie aeree superiori provoca una ridotta ossigenazione del sangue.

Consigli - Ecco alcuni consigli per non russare:
- Umidificare la stanza: l’aria troppo secca in camera irrita e gonfia le narici del naso costringendoti a respirare dalla bocca;
- Dormire su un fianco: bisogna coricarsi di lato evitando di addormentarsi sulla schiena Sono disponibili anche degli appositi cuscini antirussamento, con i quali è impossibile dormire supini;
- Bere un bicchiere d’acqua: se siete disidratati, le secrezioni del naso e del palato molle diventeranno viscose e questo può portarvi a russare

Stili di vita - “E’ possibile prevenire le apnee nel sonno intervenendo sugli stili di vita - afferma il prof. Giuseppe Spriano Presidente nazionale della Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCf) - Molte delle persone afflitte dal disturbo soffrono di ipertensione, sono in sovrappeso  o addirittura obese. Anche il fumo e l’alcol favoriscono il russamento. Perdere i chili di troppo migliora i difetti respiratori e il proprio benessere generale. Bisogna inoltre non fumare, limitare il consumo di alcol e assolutamente non bere poco prima di andare a letto. Chi non riesce a dormire serenamente a causa del russamento deve sottoporsi immediatamente ad una visita dall’otorinolaringoiatra, il medico specializzato nella cura di queste malattie”. 

Tutti i siti Sky