Caricamento in corso...
20 maggio 2015

Danni del fumo, parte il tour della prevenzione

print-icon
fum

“Esci dal tunnel. Non bruciarti il futuro”. E’ il titolo della campagna d’informazione contro il tabagismo promossa da WALCE Onlus. In molte piazze italiane sarà possibile effettuare un test spirometrico gratuito con la presenza di un medico pneumologo.

Una sigaretta gigante campeggerà nelle principali piazze italiane: una struttura alta 3 metri e lunga 14 con all’interno un vero e proprio tunnel praticabile, un percorso museale multimediale di prevenzione e informazione sui danni arrecati dal fumo di sigaretta e di sensibilizzazione sul tumore al polmone. “Esci dal tunnel. Non bruciarti il futuro.” Questo è il messaggio che WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe), l’associazione europea dedita ai pazienti affetti da tumore del torace a i loro familiari, lancia in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, con il suo primo tour d’informazione nazionale contro il tabagismo. Obiettivo? Coinvolgere in modo forte giovanissimi e giovani, adulti e anziani, tabagisti e non, medici, insegnanti e Istituzioni in un progetto, offerto gratuitamente, contro i danni del fumo, primo fattore di rischio del cancro al polmone e dell’aumento delle malattie respiratorie e cardiovascolari. L’iniziativa, presentata oggi al Senato, attraverserà tutta l’Italia: si parte da Torino il 31 maggio (Giornata Mondiale senza Tabacco), quindi si sbarcherà a Bari, da qui a Milano, per concludersi nelle piazze di Roma il 15 novembre (mese di sensibilizzazione del tumore polmonare).

“Il fumo è uno dei fattori di rischio più pericolosi per la salute – afferma la prof.ssa Silvia Novello, presidente WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe) e docente nel Dipartimento di Oncologia Polmonare all’Università di Torino – Durante la combustione, una sigaretta sprigiona più di 4000 sostanze nocive non solo per chi ha il vizio, ma anche per chi inala involontariamente il fumo. Per questo anche bambini, giovani e adulti non fumatori sono spesso colpiti dalle stesse malattie dei tabagisti, come irritazione a occhi e naso, mal di testa, secchezza della gola, vertigini, nausea, tosse e malattie respiratorie più gravi come la bronchite cronica e il tumore al polmone”.

Secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) per la prima volta dal 2009 si osserva un aumento delle tabagiste, che passano dal 15,3% del 2013 al 18,9% del 2014. “Fumare conquista sempre di più il gentil sesso – prosegue la prof.ssa Silvia Novello –, a partire da un’età molto precoce e per lo più in anticipo rispetto ai coetanei maschi. Per la voglia di sentirsi più grandi, per il senso di potere che conferisce la sigaretta in bocca o per il piacere indotto dalla nicotina, nel nostro Paese calano gli uomini con il pacchetto in tasca e aumentano le sigarette nelle borsette delle donne e delle giovanissime”.

La campagna ha il patrocinio del Ministero della Salute, di AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri), AIOM (Associazione Italiana di Medicina Oncologica), Fondazione Insieme Contro il Cancro, Healthy Foundation e dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Bari. “Da maggio fino a novembre, saremo nelle piazze di diverse città italiane con un grande spazio informativo – spiega la prof.ssa Novello – Sarà sempre presente un medico pneumologo e sarà possibile effettuare un test spirometrico gratuito: un esame semplice e veloce da eseguire, che misura il grado della capacità polmonare e respiratoria di una persona. Nel tunnel, il cittadino riceverà informazioni sui contenuti nocivi di una sigaretta (sono ben 4000 sostanze tossiche!), sui reali danni da fumo; a partire dal tumore al polmone, che ha colpito 40mila persone nel 2014, con più di 33mila decessi”.

“La nostra associazione è da anni impegnata nella lotta a questa neoplasia - sottolinea la prof.ssa Novello - WALCE sostiene i pazienti e le famiglie coinvolte in questa patologia. Con il nostro tour vogliamo diffondere maggiore consapevolezza sui pericoli che derivano da un vizio che purtroppo piace sempre più al genere femminile e ai giovani”. L’intera campagna è resa possibile grazie al contributo di Lilly, AstraZeneca, Roche, Bristol-Myers-Squibb e Celgene.

Tutti i siti Sky