Caricamento in corso...
27 maggio 2015

Attenzione al troppo sale! Può compromettere la fertilità

print-icon
gra

Getty Images

Secondo un recente studio, una dieta ricca di sale può ritardare la pubertà e far crescere il rischio di una riduzione della fertilità. Per questo motivo è fondamentale prevenire fin dall’adolescenza. Ecco i 5 consigli degli esperti

Seguire una dieta ricca di sale può ritardare la pubertà e aumentare il rischio di una riduzione della fertilità. E’ quanto sostiene uno studio della University of Wyoming (USA), presentato all'European Congress of Endocrinology a Dublino. Per arrivare a questi risultati i ricercatori hanno analizzato l’effetto sulla pubertà dei diversi livelli di sale consumati su un gruppo di topi. Hanno così notato che le cavie che hanno seguito una dieta ad alto contenuto di sale (dalle 3-4 volte la quantità giornaliera raccomandata per gli esseri umani) hanno subito un ritardo della pubertà. A sorpresa lo stesso ritardo è stato osservato negli animali che non hanno consumato proprio sale. Questo è avvenuto perché l'assunzione è necessaria per la pubertà, ma gli eccessi possono incidere sulla salute riproduttiva.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), si può parlare d’infertilità quando i partner non riescono a concepire un figlio dopo 12/24 mesi di rapporti non protetti e mirati. “In Italia il fenomeno interessa circa il 15% delle coppie - ricorda il prof. Paolo Scollo presidente nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) - Le cause sono diverse e, nella maggioranza dei casi, curabili con diagnosi tempestive, cure farmacologiche e terapie adeguate  Ma l’arma migliore rimane la prevenzione che deve cominciare fin dall’adolescenza. L’età media delle madri si sta alzando e quindi una donna deve adottare, fin da giovane, stili di vita sani per non compromettere la propria salute riproduttiva”.

Ecco i 5  consigli della SIGO per preservare la fertilità femminile:

1) Non perdere tempo - Se vuoi un figlio non aspettare troppo. Per le donne l’età può rappresentare un problema serio. Quando ti senti pronta e hai raggiunto la necessaria consapevolezza, se lo desideri, inizia a pianificare la gravidanza.

2) Non ingrassare e non dimagrire troppo - Ritrovare il peso-forma aiuta, nella maggior parte dei casi, a normalizzare i cicli mestruali e recuperare la fertilità.

3) Non fumare - Le tabagiste sono meno fertili, si riducono per ogni ciclo le loro possibilità di concepire e impiegano più tempo a restare incinte (in media più di un anno). Il fumo, inoltre, ha conseguenze negative sulla salute cardiovascolare, aumenta il rischio di cancro ed è particolarmente dannoso in gravidanza.

4) Stai attenta alle infezioni - Quelle provocate da malattie sessualmente trasmesse sono pericolose. La potenziale infertilità è dovuta sia ad un effetto immediato che a lungo termine. Proteggiti sempre e rivolgiti subito al ginecologo in caso di sintomi sospetti.

5) Bevi alcol in maniera moderata - Anche in quantità non elevate, danneggia la salute riproduttiva. Per la donna, il consumo giornaliero non deve superare i 10-20 g.

Tutti i siti Sky