Caricamento in corso...
30 giugno 2015

Dolore muscolare dopo lo sport? Ecco 3 rimedi

print-icon
suc

Credits: Flickr/Erik Forsberg - https://flic.kr/p/pizEVA

Stretching, riscaldamento e... succo di barbabietola. Quest’ultimo migliora il flusso arterioso alle gambe e può essere un significativo fattore di miglioramento negli sforzi prolungati. Soprattutto per gli “sportivi della domenica”...

Lo sport fa bene alla salute ma attenzione a volte può essere pericoloso. Ogni anno provoca infatti 300mila fratture, lesioni, lussazioni a braccia e gambe l’anno. Di questi solo 15mila necessitano di un ricovero in ospedale. I più colpiti sono gli “sportivi della domenica” cioè le persone che, dopo una settimana all’insegna della sedentarietà, nel week end si improvvisano calciatori, ciclisti, podisti o nuotatori. Oltre agli infortuni veri e propri un tipico effetto di questa pericolosa pratica è il dolore muscolare causato dall’eccessivo sforzo. E’ la tipica risposta che da un organismo non abituato alle performance sportive.

Quali sono i rimedi? Le parole d’ordine sono due: riscaldamento e stretching, che non sono la stessa cosa. Lo stretching non è fare riscaldamento, e non deve mai sostituirlo, ma integrarlo, calibrandolo al proprio livello atletico, costituzione fisica e impegno. Quindi, è necessario iniziare l’allenamento con almeno cinque minuti di attività aerobica (corsa leggera), utile a rendere più veloce la contrazione muscolare e a migliorare la diffusione del sangue verso i muscoli coinvolti. Solo in seguito si può proseguire con lo stretching. Si tratta di una metodica che consiste nell’allungamento muscolare e nella mobilizzazione delle articolazioni attraverso l’esecuzione di esercizi di stiramento (semplici o complessi) che hanno lo scopo di mantenere il corpo in un buono stato di forma e prevenire l’infortunio. 

Un altro possibile aiuto può venire della nutraceutica ovvero dall’effetto benefico che alcuni cibi hanno sul nostro corpo. I farmaci sono vietati allo sportivo, ma i nutraceutici possono essere un ottimo sostitutivo. Il succo di barbabietola, ampiamente utilizzato in Inghilterra per abbassare la pressione, migliora molto il flusso arterioso alle gambe e può essere un significativo fattore di miglioramento negli sforzi prolungati. La lamentela dello “sportivo della domenica” è che spesso il dolore muscolare può associarsi anche ad aumento nel sangue dell’enzima muscolare CPK. In questo caso è attiva la creatina, che consente al maratoneta domenicale di tornare al lavoro il lunedì. La creatina è integratore alimentare di ampio impiego con indicazioni importanti anche in cardiologia e in reumatologia. L’uso del succo di barbabietola per gli atleti è stato uno dei temi al centro di un workshop organizzato, nelle scorse settimane, dalla Società Italiana di Nutraceutica (SINUT) a EXPO Milano 2015.

Tutti i siti Sky