Caricamento in corso...
16 luglio 2015

Passeggiate e tanta acqua: la vacanza perfetta col pancione

print-icon
vac

Getty Images

Gambe e piedi gonfi, difficoltà a dormire, crampi e bruciori. Sono alcuni dei fastidi che soffrono le donne in gravidanza con il caldo. Per alleviare il fastidio gli esperti consigliano lunghe passeggiate (anche in acqua), dieta mediterranea e abbigliamento leggero

Gravidanza ed estate è un binomio difficile ma non impossibile. Affrontare la gestazione in periodo molto caldo non è certo una passeggiata, soprattutto se la futura mamma è già nel quinto, sesto mese, quando il peso del pancione è sicuramente più importante e senso di stanchezza, gonfiore fastidioso alle gambe e affanno rendono la giornata stressante anche in vacanza. Ma con alcuni semplici accorgimenti è possibile affrontare questi disturbi. “Gambe e piedi gonfi, difficoltà a dormire, crampi e bruciori, sono la conseguenza dell'accumulo di liquidi tra i capillari, dilatati e meno elastici per via del caldo – spiega il prof. Paolo Scollo, presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia – Per alleviare il fastidio, il consiglio è di fare lunghe camminate di almeno mezz'ora al giorno, al mattino presto o nel tardo pomeriggio, se possibile anche in acqua (in piscina o al mare): in questo modo la pressione dell’acqua stimola e migliora la circolazione. Durante la notte è importante  tenere le gambe leggermente sollevate, magari mettendo un cuscino sotto i polpacci”.

Ecco gli altri consigli della SIGO:

Non trascurate l’alimentazione - Durante la gravidanza si suda di più, anche perchè il progesterone può far aumentare la temperatura fino ad un grado in più. In questo modo si possono perdere non solo i liquidi, ma anche preziosi sali minerali fondamentali per la mamma e il feto. Una delle regole fondamentali è bere molta acqua, da evitare invece tè, caffè e alcolici. Da prediligere la dieta mediterranea ricca di frutta e verdura, pasta, cereali, legumi, pesce, olio d'oliva etc. Il pesce può sostituire la carne, in quanto ha un alto valore proteico ed è ricco di calcio, iodio e fosforo. Per gli spuntini largo alla frutta fresca accompagnata da yogurt bianco.

Niente sbalzi di temperatura - Per chi non riesce a fare a meno del condizionatore, il consiglio è utilizzarlo impostando una temperatura di cinque-sei gradi in meno rispetto all’esterno, non di più. Un brusco balzo di temperatura tra interno ed esterno può causare anche disturbi sgraditi come raffreddore, mal di gola, cefalee. Per trovare refrigerio, è importante rinfrescare spesso le gambe con acqua fredda, risalendo dalle caviglie alle cosce.

Abbigliamento leggero - E’ importante indossare abiti in cotone o lino, capaci di favorire la respirazione della pelle, e dalle tinte tenui e calzare scarpe comode, anche di una mezza misura in più.

Sole ok ma con moderazione - Nei primi giorni di esposizione, evitate di stare sotto i raggi per più di 15 minuti. Usate sempre una crema solare a protezione molto alta (30-50) per evitare macchie scure su naso, fronte, zigomi e labbra. Nei giorni successivi, meglio esporsi al sole soltanto in certe ore, cioè tra le 9 e le 11 e tra le 17 e le 19 , e non dimenticate mai di indossare un cappello e gli occhiali scuri.

Tutti i siti Sky