Caricamento in corso...
29 luglio 2015

1975-2015, 40 anni di consultori in Italia

print-icon
stu

Getty Images

In 4 decenni hanno dato assistenza a milioni di cittadini italiani. Adesso però è necessario migliorare la loro situazione qualitativa e quantitativa. Le strutture sono infatti il 30% in meno rispetto a quanto previsto dalla legge

I consultori italiani compiono 40 anni di vita. Il 29 luglio del 1975 la legge 405, licenziata dal Parlamento, istituiva queste strutture sanitarie.

Cosa sono? - Possono essere pubblici, privati o convenzionati con l’Azienda Sanitaria Locale e sono nati per rispondere ai vari bisogni della famiglia, della donna, della coppia, dell’infanzia e dell’adolescenza. Gli obiettivi principali dei consultori sono:

- garantire l'assistenza psicologica e sociale per la preparazione alla maternità ed alla paternità responsabile e per i problemi della coppia e della famiglia;
- somministrare i mezzi necessari per conseguire le finalità liberamente scelte dalla coppia e dal singolo, in ordine alla procreazione responsabile, nel rispetto delle convinzioni etiche e dell’integrità fisica degli utenti;
- tutelare la salute della donna e il suo concepimento;
- divulgare informazioni idonee a promuovere ovvero a prevenire la gravidanza consigliando i metodi ed i farmaci adatti a ciascun caso.

Figure professionali
- All'interno del consultorio, in genere, lavora un’equipe preparata ad accogliere e ad ascoltare senza giudicare, composta da: medico di medicina generale, ginecologo,  andrologo, ostetrica, psicologo e  assistente sociale. Può essere un punto di riferimento non solo nei casi in cui ci si trova in difficoltà, ma anche quando si desidera semplicemente soddisfare delle più che legittime curiosità in materia di sesso, oppure si vogliono delle informazioni sicure. In molti consultori è presente uno Spazio Giovani, progettato per venire incontro alle necessità delle ragazze e dei ragazzi. La consultazione è gratuita e il segreto professionale, previsto per legge, è assoluto. 
Clicca qui per scoprire il consultorio più vicino a casa tua

Limiti e potenzialità - “In quaranta anni, grazie ai consultori, milioni di cittadini hanno ricevuto assistenza - sottolinea il prof. Paolo Scollo presidente nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) - Adesso però è necessario migliorare la loro situazione qualitativa e quantitativa. Le strutture sono infatti il 30% in meno di quelli previsti dalla legge, e solo uno su 4 ha un organico completo di tutte le figure professionali. Gli adolescenti hanno un grande bisogno di una corretta educazione sull’  affettività e la preservazione del proprio benessere. Nel nostro Paese queste materie non sono obbligatorie per legge. Il risultato è che 4 adolescenti su 10 affrontano la prima volta senza nessuna precauzione e nel 2013 abbiamo avuto oltre 8.000 baby mamme con meno di 19 anni. La nostra Società Scientifica vuole migliorare la situazione qualitativa e quantitativa dei consultori ma per farlo abbiamo bisogno del supporto anche delle istituzioni”.

Scegli tu, un consultorio online - Un aiuto può arrivare anche dalla rete. “Per colmare le gravi lacune dei nostri connazionali - ricorda Scollo - noi ginecologi della SIGO da anni portiamo avanti il progetto educazionale Scegli Tu. www.sceglitu.it è il primo consultorio on line italiano dove i nostri esperti rispondono alle domande degli utenti ed è possibile trovare tante utili informazioni”.

Tutti i siti Sky