Caricamento in corso...
17 agosto 2015

Salute, 1 adolescente su 10 chiede consigli al farmacista

print-icon
far

Getty Images

Secondo un sondaggio svolto sui siti di Sky Sport HD e Il ritratto della salute , le domande più ricorrenti sono come smettere di fumare, raccomandazioni per la dieta, informazioni generali sulla salute e consigli per smaltire i chili di troppo

Al farmacista sempre più giovani italiani non chiedono solo quando devono prendere l’antinfiammatorio o che effetti collaterali può avere un antibiotico. Il 9% dei nostri connazionali cerca in farmacia anche informazioni sul proprio benessere. Le domande più ricorrenti sono come smettere di fumare (34%), raccomandazioni e consigli per la dieta (25%), informazioni generali sulla salute (20%) e consigli per smaltire i chili di troppo (12%). E’ quanto emerso da un sondaggio on line svolto, nelle scorse settimane, da 24.342 under 19, sui siti di Sky Sport HD e Il ritratto della salute.

“Chi si rivolge a noi per questo genere di consigli spesso lo fa perché non ha tempo o voglia di andare dal proprio medico di famiglia o da uno specialista - afferma il dott. Franco Gariboldi Muschietti presidente Farmacie Unite un network che raccoglie 250 farmacie italiane - Siamo visti come adulti che sanno infondere fiducia e con i quali è possibile confidarsi. Inoltre indossiamo un camicie bianco e abbiamo le competenze e la giusta preparazione per istruire i giovani. Siamo infine presenti in modo capillare su tutto il territorio nazionale dalle grandi città ai paesini di montagna o campagna. Non vogliamo sostituirci al personale medico ma possiamo dare una mano per promuovere gli stili di vita sani tra la popolazione. La farmacia è un vero e proprio presidio sanitario e questo suo ruolo deve essere difeso e valorizzato”.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’80% delle malattie cardiovascolari e dei casi  diabete, e almeno il 40% dei tumori possono essere evitati solamente adottando stili di vita. “Dobbiamo far capire che la prevenzione delle malattie croniche deve cominciare fin da giovani - sottolinea Gariboldi Muschietti - E’ ampliamente dimostrato che alcuni vizi come fumo, sedentarietà o abuso di alcol si prendono durante l’adolescenza e spesso purtroppo non vengono più abbandonati. Bisogna far comprendere ai nostri ragazzi la pericolosità di certe loro scelte. E questo può avvenire anche al bancone della farmacia”

Tutti i siti Sky