Caricamento in corso...
20 agosto 2015

Cervello, un muscolo da allenare con l’attività fisica

print-icon
cor

Getty Images

Con l’avanzare degli anni l‘ippocampo (il luogo deputato a conservare la nostra memoria), tende a restringersi. Per contrastare questo fenomeno, è molto indicato l’esercizio aerobico: corsa, nuoto, bicicletta o anche una semplice camminata a passo sostenuto

Come per i bicipiti, tricipiti, pettorali anche il cervello è un “muscolo” che deve essere allenato. Come? Attraverso un po’ di attività fisica aerobica come corsa, nuoto, bicicletta o anche una semplice camminata a passo sostenuto. Lo sport, se praticato con regolarità e costanza, può diventare a tutti gli effetti una vera e propria  terapia senza alcuna controindicazione”.

 

“Ha una funzione neuro protettiva - afferma il prof. Sergio Pecorelli Healthy Foundation - Con l’avanzare degli anni l‘ippocampo, il luogo deputato a conservare la nostra memoria, tende a restringersi. Per contrastare questo fenomeno, legato all’invecchiamento, è sufficiente un anno di esercizio aerobico. In questo modo è possibile incrementarne il volume e l’aumento si traduce in un miglioramento della funzione della memoria. Perciò iniziare un regime di attività fisica anche in là negli anni è utile sia per migliorare le funzioni cognitive. Infine un po’ di moto aiuta a prevenire le malattie tipiche della terza età come ipertensione, diabete, osteoporosi, cancro e infarto. 

 

Ma quanta attività fisica deve essere svolta? Secondo una ricerca del Montreal Heart Institute, le prestazioni del nostro cervello migliorano con soli quattro mesi d’allenamento. Gli scienziati hanno esaminato un gruppo di 49 individui tutti in sovrappeso e sedentari, sottoponendoli a test neuropsicologici, cognitivi e biologici. I partecipanti hanno svolto esercizi fisici durante tutta la durata della ricerca. Dopo 150 minuti di allenamento di tipo moderato-vigoroso a settimana, svolto per 4 mesi, sono migliorati i parametri cardiaci, colesterolo, pressione del sangue e il peso. È incrementata l’ossigenazione del cervello e sono migliorate le capacità cognitive.

 

Ecco alcuni altri consigli per tenere allenato il nostro cervello e la memoria: 

dormire almeno 7/­8 ore a notte, perché un buon riposo favorisce le funzioni cerebrali;

seguire una dieta equilibrata e ricca di sostanze antiossidanti, come frutta, legumi e verdura;

fare giochi di enigmistica che, oltre a essere un passatem­po divertente, aiutano la memoria a rimanere in forma.

 

Tutti i siti Sky