Caricamento in corso...
24 agosto 2015

Vaccini obbligatori anche per gli sportivi

print-icon
28_

Getty Images

Tutti gli affiliati al CONI sono obbligati per legge a vaccinarsi contro il tetano. Gli atleti più esposti al pericolo sono quelli che praticano equitazione o sport in cui è facile il contatto con il terreno come calcio o rugby

Lo sapevi che tutti gli sportivi, dilettanti o professionisti, affiliati al CONI sono obbligati per legge a essere vaccinati contro il tetano? Fin dal lontano 1963 chi vuole partecipare a competizioni sportive ufficiali deve sottoporsi a questa immunizzazione. 

 

“L’antitetanica è molto importante perché il tetano è una pericolosa patologia che può porta al decesso - afferma il prof. Sergio Pecorelli presidente di Healthy Foundation  e dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) - E’ causata da un germe, il Clostridium tetani, le cui spore sono presenti sulla terra, nella polvere o in acqua. Gli atleti più esposti al pericolo sono quelli che praticano equitazione o sport in cui è facile il contatto con il terreno come  calcio o rugby. Nel nostro Paese si segnalano ogni anno 100 nuovi casi e la stragrande maggioranza delle volte colpisce persone con più di 50 anni che in vita loro non si sono mai vaccinati. La somministrazione di tre dosi di vaccinazione antitetanica garantisce una protezione molto elevata e l’efficacia è superiore al 95%. La durata della protezione nel tempo è di almeno 10 anni ed è ulteriormente garantita dall'esecuzione dei richiami”.

 

“In Italia le attività vaccinali hanno raggiunto il punto più basso degli ultimi 10 anni - prosegue Pecorelli - Dobbiamo assolutamente invertite questa tendenza. Sulle immunizzazioni da tempo assistiamo ad atteggiamenti ostili e sul loro conto circolano troppe leggende prive di ogni fondamento scientifico. Sono invece uno dei principali strumenti di prevenzione di patologie molto gravi. Se non vogliamo che malattie da tempo sconfitte si diffondano di nuovo è necessario invertire questa tendenza. Per garantire la sostenibilità al nostro sistema sanitario nazionale dobbiamo incentivare tra tutti i cittadini gli stili di vita sani, l’adesione a esami preventivi e le vaccinazioni. Educare alla salute i nostri ragazzi è un importante investimento per il futuro dell’interno Paese”.

Tutti i siti Sky