Caricamento in corso...
04 settembre 2015

Sigaretta elettronica meno dannosa? La parola all’esperto

print-icon
sig

“Nella lotta al tabagismo le e-cig possono rappresentare un aiuto alla disassuefazione, a patto che il loro utilizzo avvenga sotto controllo medico e che il prodotto sia a norma di legge”.  

Sempre più giovani fumano sigarette elettroniche. Dal 2011 ed il 2012 il loro utilizzo negli Stati Uniti e in Europa è più che raddoppiato, passando dal 3% al 6.8% per tutti gli studenti. Su entrambe le sponde dell’Atlantico i consumatori abituali di questi prodotti sono ormai 2,5 milioni. 

 

Ma le e-cig sono meno pericolose per la salute delle bionde tradizionali? Possono essere un sostitutivo che aiuta a smettere per sempre con i prodotti a base di tabacco? “Nella lotta al tabagismo - afferma il prof. Renato Cutrera presidente della Società italiana per le malattie respiratorie infantili (SIMRI) e Direttore della Pneumologia Pediatrica dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesú di Roma - le sigarette elettroniche possono rappresentare un aiuto alla disassuefazione, a patto che il loro utilizzo avvenga sotto controllo medico e che il prodotto sia a norma di legge. Niente ‘fai da te” e il materiale delle cartucce deve essere di provenienza certa e queste non vanno mai lasciate alla portata dei più piccoli. In America, dove il fenomeno si è manifestato prima rispetto all’Italia, sono in aumento i casi di intossicazione da ingestione di queste sostanze”.

 

“Fumare è uno dei più grandi attentati alla nostra salute e benessere - prosegue il prof. Cutrera - Oltre ai danni diretti non dobbiamo dimenticarci di quelli originati dal fumo passivo. Solo nei bambini provoca un aumento del 58% di rinofaringiti e otiti purulenti e del 43% di asma. La nostra società è da anni impegnata nella lotta al tabagismo. Per questo il prossimo 24 ottobre partirà da Torino “Dai un calcio al fumo” una campagna nazionale nella quale saranno coinvolte le gli insegnanti e gli alunni di quarta e quinta elementare e delle scuole medie inferiori.  Con questa iniziativa vogliamo sensibilizzare i giovanissimi ai rischi legati al fumo di sigaretta ma, soprattutto, ai benefici legati alla non esposizione a tale fattore”.

 

Tutti i siti Sky