Caricamento in corso...
14 settembre 2015

Vivi con stile e avrai un cuore più sano

print-icon
fon

Getty Images

Nell’attesa della “Giornata Mondiale per il Cuore” prevista per il 29 settembre ecco il decalogo per vivere con stile e salute: dalla dieta all’esercizio fisico, passando per le cattive abitudini da eliminare.

 

Da un lato occhio ai cibi e alla dieta, dall'altro occhio all'indolenza e alla pigrizia che contribuisce a arrecare danno al nostro muscolo più importante: il cuore. Sono questi i consigli che la Fondazione Italiana per il Cuore promuove in occasione della Giornata Mondiale per il Cuore del 29 settembre. 

 

Ecco i dieci comandamenti per vivere con stile e avere un cuore in forma:

 

1) Aumenta il consumo di frutta, verdura e legumi - Ricchi di antiossidanti, aiutano a tenere pulite vasi sanguigni e arterie da accumuli di grasso (per lo più trigliceridi e colesterolo) che si depositano sulle pareti ostruendo il flusso di sangue al cuore.

 

2) Consuma più pesce e ridurre il consumo di carne rossa - Gli Omega-3 e le proteine contenute nel pesce sono più salutari, consentono di aumentare il livello di colesterolo “buono” nel sangue e diminuire, invece, quello “cattivo” e dannoso per cuore e arterie.

 

3) Abolisci completamente il fumo - Bastano due sigarette al giorno per raddoppiare il rischio di eventi cardiaci come infarto e ictus.

 

4) Fai attività fisica costante e moderata - Non meno di 30 minuti al giorno di esercizio aerobico.

 

5) Non consumare bevande zuccherate - Troppi zuccheri aumentano il tasso di glicemia nel sangue, principale fattore di rischio per obesità e diabete. 

 

6) Riduci l’introduzione di sale! - Il sale da cucina contiene sodio che favorisce l’aumento della pressione, principale causa di infarto e ictus. È possibile usare a basso contenuto di sodio, ma anche pepe e altre spezie, per arricchire di sapore i piatti senza rischiare pericolosi sbalzi di pressione.

 

7) Controlli di routine - Prenota una visita dal tuo medico per controllare i valori della pressione del sangue, i livelli di colesterolo (in particolare LDL), di glucosio e trigliceridi, il peso e l’indice di massa corporea o la circonferenza vita.

 

8) Occhio al colesterolo - Parla con il tuo medico se i tuoi livelli di colesterolo LDL sono molto alti e/o se nella tua famiglia ci sono casi di malattie cardiovascolari in giovane età, poiché esistono delle forme di ipercolesterolemie genetiche.

 

9) Riduci lo stress - Non è considerato un fattore di rischio diretto, ma è legato a comportamenti dannosi come fumare, bere alcolici, abbuffarsi con cibi ipercalorici.

 

10) Un bicchiere di vino è bene, non bere… è meglio - L’uva e il vino sono ricchi di fenoli, antiossidanti che esercitano un’azione protettiva su tutto il sistema cardio-vascolare. Ma un eccessivo quantitativo di alcol può avere effetti vasodilatatori, facendo aumentare la pressione e la frequenza cardiaca. 

 

“Le malattie cardiovascolari sono ancora la prima causa di morte nel Pianeta - sottolinea la dott.ssa Emanuela Folco, presidente di Fondazione Italiana per il Cuore - Se vogliamo sconfiggerle dobbiamo promuovere la prevenzione primaria attraverso gli stili di vita sani. Le regole “salva cuore” sono semplici basta seguirle fin da giovani e applicarle in ogni momento e luogo della vita: a casa, a scuola, sul lavoro”.

 

Per sensibilizzare Istituzioni e cittadini e prevenire le malattie cardiovascolari, la Fondazione lancerà, celebrerà la Giornata Mondiale per il Cuore con numerose attività e iniziative in tutta Italia e, insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, avvierà un’ampia campagna dal titolo “Lavora con il cuore” per promuovere il decalogo del benessere anche nei luoghi di lavoro.

 

Tutti i siti Sky