Caricamento in corso...
15 settembre 2015

Benessere maschile, 9 su 10 non vanno dallo specialista

print-icon
sam

Se il 69% degli italiani va spesso dal dentista e il 39% svolge la visita medica per l'attività sportiva, solo il 6% è andato da un urologo. In tanti lo ritengono un esame superfluo, sottovalutando però il rischio di problemi in futuro

Maschi italiani bocciati in prevenzione e cura del proprio benessere. E’ quanto emerge da un sondaggio, svolto on line sui siti di Sky Sport HD e “Il ritratto della salute”, nell’ambito del progetto SAM Salute al Maschile. Si tratta del primo della Fondazione Veronesi dedicato esclusivamente agli uomini e che vede la partecipazione degli specialisti della AURO (Associazione Urologi italiani) e SIURO (Società scientifica di uro-oncologia). 

 

Nella “teoria” i risultati ottenuti nonsolo male. Ma per quanto riguarda la “pratica” invece emerge un quadro davvero preoccupante. Quindi niente patente ma solo foglio rosa (un colore non proprio maschile!). L’85% dei maschi italiani sa che gli stili di vita influiscono sulla prevenzione delle gravi malattie come cancro o infertilità. Poi però il 31% consuma alcolici tutti i giorni, uno su 5 fuma e solo il 18% pratica regolarmente attività fisica. Per non parlare dei controlli di routine. Se il 69% va spesso dal dentista e il 39% svolge la visita medica per l'attività sportiva, solo il 6% è andato da un urologo. 9 su 10 lo ritengono un esame superfluo perché non pensano di non avere problemi o di essere ancora giovani.

 

E tu le conosci le regole del benessere maschile? Vuoi metterti alla prova? Fai il nostro QUIZ della Salute.

 

Se non sei sicuro di “passare l’esame” ecco qui un breve ripasso:

1. Segui una dieta varia ed equilibrata: deve essere il più possibile varia e contemplare la presenza di tutte le sostanze nutritive, la più salutare è quella mediterranea

 

2. Tieni sotto controllo il peso: la pancetta aumenta sensibilmente la probabilità di andare incontro a disturbi cardiovascolari, diabete e alcuni tipi di cancro

 

3. Bevi molta acqua (1,5-2 litri ogni giorno): è l’unica vera bevanda indispensabile per l’organismo

 

4. Riduci al minimo il consumo di alcol: provoca problemi anche all’apparato riproduttore Assumerne troppo provoca un calo del livello di testosterone nel giro di pochi giorni

 

5. Non fumare: 20 sigarette al giorno riducono di circa 4,6 anni la vita media di un giovane che inizia a 25 anni. Vuol dire perdere un giorno di vita per ogni settimana di vizio

 

6. Utilizza sempre il preservativo: è il metodo più adeguato per proteggersi dalle malattie e infezioni sessualmente trasmesse. Deve essere usato durante ogni tipo di rapporto sessuale (orale, anale, vaginale) e dall’inizio fino alla fine del coito

 

7. Fai sempre un po’ di sport: bastano 150 minuti alla settimana di attività aerobica di intensità moderata. 

 

8. Svolgi regolarmente controlli urologici: dalla fine dell’età pediatrica queste visite possono verificare eventuali problemi di sviluppo degli organi urogenitali o patologie gravi (varicocele, malattie sessualmente trasmissibili, infertilità, eventuali tumori genito-urinari).

Per uno studio più approfondito visita il sito dedicato a SAM

Tutti i siti Sky