Caricamento in corso...
05 ottobre 2015

Risparmi in sanità? Basta investire in prevenzione ed educazione

print-icon
man

Getty Images

Una nuova iniziativa della Fondazione Lorenzini punta a tutelare la salute dal concepimento alla terza età. Destinatari privilegiati dei messaggi educativi saranno i nuovi genitori, perché i primi 1000 giorni di vita sono quelli cruciali per il benessere futuro

Tutelare la salute e il benessere dal concepimento fino alla terza età. E’ questo l’obiettivo della Fondazione Lorenzini che oggi ha presentato un piano triennale per educare alla prevenzione tutto il sistema Paese. “Le malattie croniche non trasmissibili rappresentano l’80% della spesa sanitaria italiana - afferma il prof. Sergio Pecorelli Presidente della Fondazione Lorenzini e Rettore dell’Università di Brescia Health &Wealth - Diabete, obesità, patologie respiratorie e cardio-vascolari, cancro, malattie neurodegenerative presentano gli stessi principali fattori di rischio dettati spesso da comportamenti scorretti come fumo, sedentarietà, dieta squilibrata, abuso di alcol o utilizzo di sostanze nocive come doping o droga. Per contrastarli serve una vera e propria rivoluzione culturale”. 

 

La nuova iniziativa della Fondazione è indirizzata a tutto il sistema Paese: dalla popolazione ai vertici delle istituzioni politiche e sanitarie, dai neonati agli anziani, dagli italiani agli stranieri presenti sul territorio nazionale. “Nei prossimi tre anni saremo impegnati in un progetto che inizierà con la stesura di linee guida da parte di una commissione di esperti - prosegue Pecorelli - Vogliamo individuare una serie di proposte concrete e realizzabili. Il documento sarà elaborato insieme al Ministero della Salute e dell’Istruzione e ai rappresentati di medici, del mondo dell’impresa e dell’agricoltura, dello sport e dell’informazione”. 

 

“I nuovi genitori saranno i destinatari privilegiati dei nostri messaggi educazionali - sottolinea il prof. Alberto Giovanni Ugazio Direttore del Dipartimento di Medicina Pediatrica Ospedale Bambin Gesù di Roma e Presidente della Commissione scientifica della Fondazione - I primi mille giorni di vita, cioè il periodo che va dal concepimento ai primi 24 mesi del piccolo, sono davvero cruciali per il nostro benessere futuro. I comportamenti della madre durante la gravidanza, l’allattamento o meno al seno, l’alimentazione seguita, alcuni vizi pericolosi come fumo o alcol sono tutti fattori che incidono sulla salute dell’individuo”. “Negli ultimi 20 anni - afferma il prof. Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università di Roma Tre “Tor Vergata” - la ricerca medico-scientifica ha dimostrato chiaramente che alcuni fattori ambientali dei primi momenti della vita influenzano l’insorgenza di una malattia non trasmissibile anche a distanza di 10 anni. Si tratta di meccanismi molto complessi sui quali gli scienziati devono ancora far piena luce”. 

 

La Fondazione Lorenzini è attiva fin dal 1976 nella promozione della ricerca multi-specialistica e multi-disciplinare contro le malattie non trasmissibili, grazie ad un comitato scientifico di altissimo livello e ad un forte respiro internazionale. Intende contribuire, da un lato, a facilitare il trasferimento della innovazione in medicina dalla ricerca di base e clinica verso un appropriato uso e beneficio per il malato e la società, e, dall’altro, a esplorare, individuare e comprendere nella società quei bisogni di salute che possano meglio indirizzare la ricerca di base e clinica verso pratiche implementazioni nel contesto specifico dei sistemi sanitari.

Tutti i siti Sky