Caricamento in corso...
10 novembre 2015

I 5 colori del benessere cardio-vascolare

print-icon
fru

Getty Images

Dal giallo che rafforza il sistema immunitario al rosso che previene il rischio dei tumori, passando per il viola che aiuta la memoria e il verde che fa bene alle ossa, fino al bianco che da una mano contro il colesterolo. Ecco come la dieta influisce sulla nostra salute

Una dieta equilibrata e soprattutto varia è un toccasana per la salute di tutto il organismo e in particolare dell’apparato cardio-circolatorio. Frutta e verdura non devono mai mancare sulla tua tavola e tutti i giorni bisogna consumarne cinque porzioni. Questi alimenti presentano vari colori ognuno dei quali possiede specifiche proprietà benefiche. Ecco quali.

 

Giallo - Albicocche, arance bionde, carote, clementine, limoni, mandarini, meloni, peperoni, pesche, pompelmi, zucche: aiutano il sistema immunitario, gli occhi, la pelle.

 

Rosso - Angurie, arance rosse, ciliege, fragole, barbabietole, rape rosse, pomodori e ravanelli: fanno bene alla memoria e al sistema urinario. Inoltre sono d’aiuto nella riduzione del rischio di tumori.

 

Viola - Frutti di bosco, fichi, prugne, uva rossa, melanzane e radicchio: anche in questo caso sono alimenti che aiutano la nostra memoria e rendono l’invecchiamento più ‘piacevole’.

 

Verde - Asparagi, broccoli, basilico, cetrioli, prezzemolo, spinaci, zucchine, uva bianca e kiwi: fanno bene alle ossa, ai denti e agli occhi.

 

Bianco - Aglio, cavolfiore, cipolla, finocchio, funghi, mele e pere: danno una mano contro il colesterolo e contribuiscono a ridurre il rischio malattie croniche

 

Ricordati quindi di mangiare:

 

- A colazione, metà mattina e pomeriggio 3 frutti di medie dimensioni (circa 200 grammi) o una mousse di frutta senza zucchero aggiunto. 

 

- A pranzo e cena 150-200 grammi di verdure fresche e di stagione

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito entro il 2025 un ambizioso traguardo: ridurre di almeno il 25% il numero globale di morti premature per disturbi cardiovascolari. “Sono le patologie croniche più diffuse in buona parte dei Paesi occidentali tra cui anche l’Italia -  spiega la dott.ssa Emanuela Folco, presidente di Fondazione Italiana per il Cuore – Sono in gran parte però evitabili intervenendo sugli stili di vita a partire dalla nostra alimentazione di tutti i giorni. Le altre regole da seguire sono evitare di fumare, limitare il più possibile il consumo di alcolici e sale, praticare tutti i giorni un po’ di attività fisica e sottoporsi regolarmente a esami medici. La maggior parte di questi fattori di rischio sono potenzialmente modificabili e ogni persona può fare la sua parte e impegnarsi a tutelare il benessere del proprio cuore.

 

Tutti i siti Sky