Caricamento in corso...
19 agosto 2009

Il rugby di Parisse: "Tante botte ma quanta lealtà"

print-icon
ita

Sergio Parisse, capitano della Nazionale di Rugby, vuole una stagione da protagonista per gli azzurri

Sta per ripartire la stagione della palla ovale e SKY seguirà tutti i maggiori eventi che culmineranno nel Sei Nazioni che vedrà impegnata l'Italia di Mallett. Il capitano azzurro: "Il Six Nations? Ci prepareremo al meglio". IL VIDEO DI SKY SPORT 24

RUGBY E ALTRI SPORT, ECCO L'OFFERTA SKY (In pdf)

Ripartirà a breve la stagione del grande rugby e tanti giocatori hanno già ripreso l'attività per farsi trovare pronti ai primi impegni non solo con le squadre di club ma anche con le nazionali. La stagione che si apre sarà anche quella che porterà il Sei Nazioni sugli schermi di Sky. Come testimonial d'eccezione, il capitano degli azzurri, Sergio Parisse, ha voluto ricordare l'importanza di uno sport che sta ricevendo sempre maggiore seguito anche in Italia. "Il rugby è uno sport molto particolare - ha spiegato - Esiste una certa armonia dentro e fuori dal campo, non si prendono soltanto botte".

Il giocatore dello Stade Français ha voluto inoltre spiegare come, specie all'estero, ma anche in Italia, soprattutto in occasione del Sei Nazioni e delle gare della Nazionale, gli stadi siano sempre pieni: "La gente viene allo stadio a vedere un vero spettacolo di sport, non c'è fanatismo".

Il terzo tempo, leggenda o realtà? Nonostante gli scontri in campo, Parisse assicura sulla veridicità dell'abbuffata tutti insieme dopo la gara: "In campo gli avversari sono nemici, ce le diamo di santa ragione - ha ribadito - ma poi fuori dal campo finisce tutto. Si mangia insieme e si esce anche a bere una birra".

Sulle aspettative per quanto riguarda la Nazionale: "Ci saranno dei test match molto importanti con gli All Blacks, le Samoa e il Sudafrica - ha spiegato - Poi ci prepareremo per il Sei Nazioni nel migliore dei modi, ci teniamo tantissimo".

COMMENTA NEL FORUM DEL RUGBY

Tutti i siti Sky