Caricamento in corso...
11 novembre 2009

Verso Italia-All Blacks, Bergamasco: non partiamo sconfitti

print-icon
mir

Mirco Bergamasco in azione con la maglia dell'Italrugby (foto LaPresse)

Mirco Bergamasco è convinto che il contorno che inevitabilmente si crea quando si ospita la nazionale più ammirata del mondo non distrarrà gli azzurri dal loro compito: "Siamo sicuri e confidiamo nel nostro rugby"

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA HEINEKEN CUP

COMMENTA NEL FORUM DEL RUGBY

GUIDA TV: ITALIA-ALL BLACKS SU SKY

Con l'intenzione di andare ad affrontare gli All Blacks "con grande sicurezza e confidenza nel nostro rugby", consapevole che l'attesissimo test-match Italia-Nuova Zelanda in programma sabato a Milano (tutto esaurito a San Siro, calcio d'inizio alle ore 15) rappresenta "un grandissimo evento per lo sport del nostro paese", Mirco Bergamasco è convinto che il contorno che inevitabilmente si crea quando si ospita la nazionale più ammirata del mondo non distrarrà gli azzurri dal loro compito. "Questo non ci impedisce di rimanere concentrati sulla partita di sabato, ci stiamo preparando nel minimo dettaglio senza pensare troppo al grande numero di tifosi sugli spalti ma mantenendo la giusta attenzione sulla partita", ha detto il centro/ala dello Stade Francais (63 cap in azzurro) arrivando con la squadra a Milano questo pomeriggio. "Sicuramente avere gli ottantamila di San Siro dalla nostra parte sarà fondamentale, uno stimolo in più a fare bene".

Senza promettere chissà cosa: "Vogliamo ripetere e migliorare la prova di Christchurch (sconfitta 27-6 questa estate), iniziare questa finestra internazionale d'autunno nel migliore dei modi. Abbiamo studiato gli All Blacks, sappiamo come metterli in difficoltà anche se sono la seconda squadra al mondo. Dovremo essere impeccabili in ogni aspetto del nostro gioco, sicuramente non scenderemo in campo sconfitti in partenza - ha avvertito Bergamasco - ma al contrario per portare a casa la partita. Ci alleniamo sempre per avere risultati positivi, e i risultati positivi sono le vittorie". Inevitabile la domanda sulla risposta da dare ai neozelandesi al momento dell'esecuzione della loro celebre haka. "Da parte nostra c'è solo rispetto per questa usanza neozelandese, la guarderemo ma in quel momento saremo già concentrati sul calcio d'inizio", ha detto Bergamasco.

GUARDA LA GALLERY DEGLI ALL BLACKS A MILANO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky