Caricamento in corso...
26 novembre 2009

Samoa a L'Aquila: "Voi feriti come noi dallo tsunami"

print-icon
spo

Una rappresentativa della nazionale samoana di rugby è stata a L'Aquila, città abruzzese colpita da un forte sisma lo scorso aprile

Dopo la visita dell'Italrugby, anche una delegazione della nazionale samoana, che sabato affronterà gli azzurri ad Ascoli Piceno, ha visitato il capoluogo abruzzese colpito dal terremoto dell'aprile 2009

LO SPECIALE RUGBY

Dopo la visita della nazionale italiana di rugby, anche una delegazione della rappresentativa samoana che sabato affronteraà l'Italia ad Ascoli Piceno ha visitato L'Aquila. Per i samoani, ancora turbati per la tragedia dello tsunami che il 29 settembre scorso ha colpito l'arcipelago del Pacifico e quindi anche il loro paese, è stato un giro nella città ferita dal terremoto che ha suscitato commozione in molti.

"Ci tenevo proprio a visitare L'Aquila - ha detto Peter Fatialowa, ex pilone dell'Aquila Rugby e ora assistent coach di Samoa -. Per me era importante tornare a L'Aquila, insieme ai miei colleghi, alla luce della tragedia che ha colpito questa città, ma anche in virtù di quello che è successo nel nostro Paese, dove un'onda anomala ha provocato vittime e ha spazzato quello che restava della nostra economia".

Accompagnati dal Liaison Officer, Marzio Zanato, e dall'ingegnere della Protezione Civile Michele Castaldo, i samoani sono entrati nella "zona rossa", hanno fatto visita agli appartamenti antisismici e poi sono stati ricevuti dalla polisportiva della giovanile dell'Aquila Rugby per un incontro con i ragazzi e un ricevimento alla clubhouse con il presidente, Angelo Cora

COMMENTA NEL FORUM DEL RUGBY


GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEI TEST MATCH


GUARDA LE FOTO DI ITALIA-NUOVA ZELANDA

Tutti i siti Sky