Caricamento in corso...
04 febbraio 2010

Irlanda attenta. L'Italia c'è

print-icon
ita

Mirco Bergamasco e i suoi compagni alla partenza dell'Italia da Fiumicino per la sfida contro l'Irlanda

Gli azzurri partono per Dublino per la sfida contro l'Irlanda campione in carica e Gonzalo Canale, il numero 13 azzurro lancia la sfida ai tutti verdi: "Cercheremo di fare una grande partita".

SCOPRI LO SPECIALE RUGBY

COMMENTA NEL FORUM DI RUGBY

SCOPRI TUTTE LE PARTITE DEL 6 NAZIONI SULLA GUIDA TV

"No, non sara' certo una passeggiata, andiamo in Irlanda ad affrontare, speriamo nel modo migliore, una squadra molto forte, molto in forma, ma cercheremo di fare comunque una grande partita". Cosi' all'aeroporto di Fiumicino l'azzurro del rugby Gonzalo Canale esorcizza la partita d'esordio del Sei Nazioni 2010, in programma sabato al Croke Park di Dublino contro l'Irlanda. Nato a Cordoba (Argentina) ma da tempo italiano, il n. 13 dell'Italia poco prima della partenza per Dublino appare in gran forma e ottimista, cosi' come i suoi compagni di squadra, anche se l'Italrugby dovra' vedersela con la squadra detentrice del titolo che l'anno scorso ha vinto il torneo ottenendo anche il Grande Slam (5 vittorie in altrettanti incontri), traguardo che non tagliava da 61 anni.

"Oltre che fisicamente, siamo pronti anche dal punto di vista mentale - dice Canale -. Certo e' chiaro che sul piano psicologico influisce il fatto di sapere che andiamo ad affrontare la squadra campione in carica. Ma noi stiamo bene, siamo pronti e preparati e il gruppo e' unito, come lo e' sempre stato.". L'arrivo dei colossi del rugby a Fiumicino guidati dal ct Nick Mallett ha suscitato la curiosita' di molti passeggeri e dipendenti aeroportuali. A tutti comunque, poco prima dell'imbarco sul volo dell'Air Lingus, i giocatori non hanno lesinato sorrisi e commenti positivi, pur consapevoli che per loro non avrebbe potuto esserci una partita d'avvio piu' difficile. Peraltro l'Irlanda sara' rivale dell'Italia anche nel gruppo C dei Mondiali 2011, assieme ad Australia, Usa ed un'europea ancora da determinare. Quindi saranno proprio gli irlandesi, che in un test-match del novembre scorso hanno battuto i campioni del mondo del Sudafrica, la squadra da battere se l'Italia vuole raggiungere per la prima volta i quarti di finale della competizione iridata.

L'italia del rugby e' avvisata, quella di Dublino appare sempre piu' una sfida impossibile, nonostante Mallett sia riuscito a recuperare Gower, 'aussie' con nonno di Gubbio che nell'album delle figurine Panini del campionato francese (Gower gioca nel Bayonne) viene dato come appartenente alla nazionale australiana, e non quella azzurra. Del resto nel rugby tra naturalizzati, oriundi ed equiparati e' facile confondersi

Tutti i siti Sky