Caricamento in corso...
06 febbraio 2010

Sei Nazioni, Irlanda-Italia 29-11. Guarda gli highlights

print-icon
spo

Gli Azzurri battuti 29-11 a Dublino nella prima gara del Sei Nazioni 2010 (foto LaPresse)

Gli azzurri escono sconfitti dal tempio irlandese: buone intensità di gioco e difesa, da rivedere rimessa laterale e disciplina in campo. Ben 5 i piazzati messi a segno dai padroni di casa. GUARDA GLI HIGHLIGHTS E LA FOTOGALLERY

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA

SCOPRI LO SPECIALE RUGBY

COMMENTA NEL FORUM DI RUGBY

SCOPRI TUTTE LE PARTITE DEL 6 NAZIONI SULLA GUIDA TV

IRLANDA-ITALIA 29-11 - I NUMERI DEL MATCH

Nulla da fare all'esordio del Sei Nazioni 2010 per l'Italia. La selezione azzurra esce sconfitta dal 'Croke Park' di Dublino dopo una bella partita contro l'Irlanda apparsa (come al solito) superiore nella gestione di una gara che si è messa da subito nei binari voluti dai padroni di casa. E' la classica sconfitta "onorevole" degli azzurri di Mallet che ce la mettono tutta ma non riescono nemmeno a scalfire il perfetto meccanismo dei campioni in carica, spinti dai 70.000 dello stadio famoso per essere il tempio degli sport gaelici. La ricetta irlandese è semplice: eccelsa pressione difensiva, dominio in touche con il gigante Cullen e accelerazioni devastanti dei 3/4 di O'Driscoll e D'Arcy, al resto ci pensano i piedi e le mani di O'Gara che supera l'incredibile cifra dei 500 punti marcati con la maglia della sua nazionale.

L'Italia di Mallet e Ghiraldini è tosta: la difesa è ormai di livello e la mischia fa paura. Il problema è che quando l'Irlanda preme il piede sull'acceleratore fa subito male e ad ogni svista azzurra il triangolo arretrato dei verdi piazza palloni devastanti nelle nostre retrovie. Un film già visto purtroppo. Il risultato? Tanto cuore ma un avvio in salita: due piazzati di O'Gara e una meta scuotono gli azzurri che poi perdono Garcia per fallo di gioco pericoloso su O'Driscoll e prendono un'altra brutta meta su una touche rubata ai 5 metri. Il parziale è di 21-3 e il paradosso è che l'Irlanda è solo stata lesta a sfruttare gli errori azzurri. Il finale di tempo vede però la reazione dell'Italia che grazie a Roberston va in meta dopo una bella azione di pressione su un calcio di spostamento irlandese. Si va al riposo ul 23-8 e nella ripresa l'Italia prova ad accelerare.

L'Irlanda però è in pieno controllo della gara con i precisi calci di O'Gara che da solo tiene in scacco tutti i 3/4. La mischia azzurra perde qualche colpo, la touche invece migliora con l'ingresso di Bortolami e Gower è veloce nelle azioni di gioco ma per l'Italia arrivano solo i punti di Bergmasco con un piazzato subito doppiato da O'Gara. L'Irlanda non proprio ispiratissima non riesce a sfondare anche perchè la difesa azzurra anche se in affanno è sempre efficace, ecco una nota positiva che fa ben sperare per il futuro. La partita finisce 29-11 con un piazzato di Wallace subentrato a O'Gara ma con l'Italia che tenta in attacco con i Bergamasco che sfiorano una meta voluta anche dal correttissimo Croke Park. Appuntamento alla prossima domenica quando al Flaminio farà visita l'Inghilterra di Wilkinson impegnata nel secondo match della giornata contro il Galles.

GUARDA IL TABELLINO DELLA PARTITA

Tutti i siti Sky