Caricamento in corso...
07 febbraio 2010

Il dopopartita: Mallett si arrabbia con la sua mischia

print-icon
nic

Nick Mallet, allenatore della nazionale italiana (LaPresse)

L'allenatore della nazionale italiana punta il dito contro i primi otto in campo: "Gravi errori in touche e mancanza di disciplina". GUARDA GLI HIGHLIGHTS

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA

SCOPRI LO SPECIALE RUGBY

COMMENTA NEL FORUM DI RUGBY

SCOPRI TUTTE LE PARTITE DEL 6 NAZIONI SULLA GUIDA TV

IRLANDA-ITALIA 29-11 - I NUMERI DEL MATCH

Nick Mallett, allenatore della nazionale italiana bacchetta la sua mischia dopo la sconfitta contro l'Irlanda nella partita di apertura del Sei Nazioni 2010. I primi otto uomini, quelli impegnati nelle mischie e nelle touche, sono stati additati da Mallett proprio come punti dolenti del gioco azzurro. Alla vigilia proprio la mischia doveva invece essere l'arma in più degli azzurri che invece hanno subito falli e subito proprio le ripartenze da gioco ordinato.

"Non abbiamo preso tanti calci, sette-otto sono meno di dieci, e almeno tre in mischia erano dubbi. Nel primo tempo abbiamo commesso degli errori individuali sulle loro mete" spiega il ct azzurro, che invece è molto sollevato dalla prestazione difensiva nella squadra, specialmente nel secondo tempo. "Nella ripresa abbiamo messo in mostra una grande difesa: nonostante loro abbiano avuto l'80% nel possesso, hanno fatto solo sei punti. La nostra organizzazione difensiva è stata buona ma era difficile vincere dopo aver preso 23 punti nei primi 40 minuti in casa dei campioni in carica ma sono deluso da mischia e touche e quindi dagli errori degli avanti che hanno deciso la partita".

Anche il capitano Ghilardini è deluso della prestazione sua e dei suoi compagni: "Sapevamo che loro erano molto abili nella rimassa laterale noi siamo stati troppo lenti nel gestirla, dovevamo essere più veloci. Nel primo tempo abbiamo commesso piccoli errori che ci sono costati delle mete. In settimana, preparandoci per l'Inghilterra, dovremo valutare bene i nostri errori per non commetterli più".

Tutti i siti Sky