Caricamento in corso...
25 febbraio 2010

I fratelli d'Italia e Zanni: "Scozia forte ma vinciamo noi"

print-icon
mau

Mauro e Mirko non temono gli scozzesi, il nostro numero 8 invece vuole la vittoria:"E' l'ultima partita in casa, siamo stufi di perdere..vogliamo il massimo!"

GUARDA IL TABELLINO DI ITALIA - INGHILTERRA

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA

SCOPRI LO SPECIALE RUGBY

SCOPRI TUTTE LE PARTITE DEL 6 NAZIONI SULLA GUIDA TV


Il numero otto dell’Italia Alessandro Zanni, il flanker Mauro Bergamasco e il centro Mirco Bergamasco hanno incontrato la stampa oggi all’Hotel Colony di Roma a seguito dell’annuncio della formazione della Nazionale per la partita di sabato al Flaminio contro la Scozia, terza giornata dell’RBS 6 Nazioni 2010.

Mirco Bergamasco, ala Italia: “La Scozia non è la squadra più debole del 6 Nazioni, ha giocato due ottime partite contro Francia e Galles: è un gruppo che non ha paura di nulla, mette sempre in campo un grande cuore. Noi dovremo fare più di loro, prendere la gara in mano da subito, metterli in difficoltà in attacco e non offrirgli chance per mettere punti sul tabellone. Dovremo fare più che contro l’Inghilterra, non concedere spazi, essere precisi in difesa ed efficaci in attacco: abbiamo lavorato tutta la settimana per migliorare, per giocare meglio dell’ultima volta. Credo che la Scozia sia più fisica di Irlanda e Inghilterra, contro il Galles nonostante la sconfitta nel finale i nostri avversari di sabato mi hanno fatto un’ottima impressione, dovremo fermarli da subito”

Mauro Bergamasco, flanker Italia: “La Scozia è una squadra tonica, completa, con trequarti veloci che non hanno paura di attaccare anche dalla loro metà campo. Hanno una buona mischia, con una terza linea abituata a giocare insieme e che ci darà filo da torcere. Dovremo mantenere ordine e tattica come contro l’Inghilterra, utilizzare al meglio i palloni, evitare i loro contrattacchi e tenerli il più possibile nella loro metà campo. Penso che la nostra prestazione contro gli inglesi abbia posto più di un interrogativo alle avversarie che ci aspettano da qui alla fine del torneo, ed ha aumentato la nostra fiducia anche se già dall’inizio del 6 Nazioni sapevamo quale fosse il nostro valore. Sabato sarà importante il rigore con cui affronteremo la gara, dovremo essere incisivi e sfruttare i nostri momenti forti per produrre punti”.

Alessandro Zanni, numero 8 Italia: “Quella di sabato sarà la nostra ultima apparizione nel Torneo davanti al pubblico di casa e vogliamo assolutamente portare a casa il risultato, che è l’unico risultato utile per noi. Sarà una grande prova di maturità per noi, perché abbiamo già fatto capire di essere a livello delle grandi con una buonissima prestazione contro l’Inghilterra ma ci è mancata la vittoria e siamo stufi di perdere. Credo sia stato giusto confermare la squadra che aveva giocato la gara precedente, ma dietro ai titolari c’è una rosa sempre più ampia, con un numero crescente di giocatori in grado di ben figurare a livello internazionale, e questo è molto importante per il futuro. Adesso, però, siamo concentrati solo sulla partita contro la Scozia: sarà dura, ma vogliamo vincere”


Tutti i siti Sky