Caricamento in corso...
08 novembre 2010

L'Italia gioca per il Veneto, non solo contro i Pumas

print-icon
par

L'inno nazionale azzurro suonerà a Verona sabato prossimo contro l'Argentina

Gli azzurri sono pronti per l'Argentina (il 13 novembre a Verona): una parte dell'incasso va alle popolazioni colpite dall'alluvione. Il presidente Dondi: "Il Veneto ha bisogno di noi, noi abbiamo bisogno del pubblico del Veneto per battere l'Argentina"

“La partita del Bentegodi con l’Argentina è un derby a tutti gli effetti, molto sentito tanto da noi che dai Pumas: sarà una partita dura, di grande pathos, dove nessuna delle due squadre mollerà sino al fischio finale. Una partita importante, per noi e per loro”. Così oggi Carlo Orlandi, allenatore degli avanti italiani, nella tradizionale conferenza stampa del lunedì in coppia con Alessandro Troncon, responsabile degli avanti azzurri.  “La mischia ordinata dei Pumas – ha detto Orlandi – forse non è più così competitiva come qualche stagione fa, ma il raggruppato penetrante da rimessa laterale rimane il principale punto di forza dei sudamericani. Con Hernandez fuori per infortunio, dovremo comunque guardarci da Felipe Contepomi che quasi sicuramente sarà schierato all’apertura e che ha la capacità per dare continuità al gioco dei loro trequarti”.

“Da parte nostra – ha concluso Orlandi – c’è grande voglia di testare il nostro valore contro una delle prime squadre al mondo, siamo al lavoro per portare a casa il risultato e per riuscirci dovremo imporre il nostro ritmo e giocare come ci siamo prefissati”. Sulla stessa lunghezza d’onda Alessandro Troncon, dal 2008 assistant coach di Nick Mallett dopo le 101 presenze collezionate in maglia azzurra come mediano di mischia: “L’Argentina ha dimostrato di essere molto competitiva negli ultimi anni, e la loro vittoria su di noi a Torino nel 2008 è lì a dimostrarlo. Ma l’Italia che scenderà in campo a Verona è una squadra in crescita, e sabato qui al Bentegodi di Verona avremo una possibilità importante di far vedere i nostri progressi. Stiamo inserendo tanti giovani nel gruppo – ha detto Troncon – e per quanto riguarda Tommaso Benvenuti in particolare posso dire che sta facendo molto bene con Treviso: è maturato molto in questi primi mesi di Magners League, è un giocatore importante e di sicuro in questi test di novembre avrà l’opportunità per dimostrare sul campo il proprio valore”. L’Italia ha lavorato in mattinata divisa per reparti sul campo del Valpolicella, mentre nel pomeriggio gli Azzurri hanno svolto il primo allenamento collettivo della settimana sotto la guida del CT Nick Mallett. Programma analogo per la giornata di domani, mentre mercoledì Parisse e compagni saranno tenuti a riposo in vista dell’annuncio della formazione titolare per il match con l’Argentina, fissato per giovedì.

Intanto dopo l'alluvione che ha colpito il Veneto nelle scose settimane la Federazione italiana rugby ha deciso di destinare parte dell'incasso del prossimo test match in programma il 13 novembre a Verona contro l'Argentina a favore delle popolazioni venete. La Fir destinera' cinque euro per ogni biglietto di parterre e tribuna superiore ovest a partire da oggi alla Regione Veneto. Il presidente federale Giancarlo Dondi ha espresso la volonta' di consegnare il ricavato di questa promozione nelle mani del Governatore della Regione, Luca Zaia, nell'intervallo della partita.

"E' un momento difficile per un'area geografica che ha dato tanto al nostro sport - ha detto Mauro Bergamasco, uno dei sei atleti veneti presenti nella lista dei 25 convocati dal ct Nick Mallett contro i Pumas -  e che e' la casa per molti di noi azzurri. Credo sia importante che il rugby, una delle grandi espressioni sportive e sociali della nostra Regione, dia un contributo significativo ad una terra che riveste un ruolo chiave nel panorama rugbistico italiano. La nazionale rappresenta il Paese e vuole far sentire il sostegno di tutta Italia a chi vive un momento di grande difficolta' e disagio.  Noi azzurri speriamo che questa promozione possa contribuire in modo tangibile a venire incontro a chi oggi ha bisogno di aiuto ed a garantire la massima affluenza di pubblico al 'Bentegodi': il Veneto ha bisogno di noi, noi abbiamo bisogno del pubblico del Veneto per battere l'Argentina".

Guarda anche:
Dai calendari al rugby, Melita è la nuova madrina degli azzurri
Commenta nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky