Caricamento in corso...
24 febbraio 2011

Gli azzurri in coro: "Con il Galles sarà una guerra"

print-icon
ber

Mirco Bergamasco è pronto al match di sabato con il Galles (Getty)

Sabato l'Italia gioca al Flaminio la terza giornata del Sei Nazioni. Mirco Bergamasco: "Dobbiamo fare una grossa prestazione davanti al nostro pubblico". Canale: "Sarà fondamentale attaccare in modo diretto". L'ALBUM

Sfoglia l'album del Rugby

Per l'Italrugby di Nick Mallett doppio allenamento sul campo della Borghesiana prima del trasferimento serale all'Hotel Colony in vista del match di sabato contro il Galles. Mirco Bergamasco è fiducioso in vista del terzo turno del Sei Nazioni: "Abbiamo guardato la partita contro l'Inghilterra, visto gli errori commessi - ha dichiarato il giocatore del Racing -. A Twickenham non si è vista la vera Italia, sabato davanti al nostro pubblico possiamo riscattarci e fare una grande prestazione".

Bergamasco parla del Galles, avversario sempre ostico: "Il Galles è una squadra che ama giocare in ogni zona del campo, dovremo essere bravi a metterli in crisi nei loro punti deboli, rimanere concentrati per 80 minuti e mettere punti ogni volta che saremo nella loro metà campo".

Sprona la squadra Gonzalo Canale: "Ogni partita per noi è una guerra perchè nel Torneo ci sono squadre più forti di noi e per essere competitivi non possiamo fare gli errori fatti con l'Inghilterra. Il Galles credo sia tra le squadre migliori del torneo, dovremo attaccarli in modo diretto: giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico, e sarà un'arma in più come sempre".

Guarda anche:

Sei Nazioni: Galles, scelto il XV anti-Italia

Mallett mischia le carte: tre novità nel XV anti-Galles

Tutti i siti Sky