Caricamento in corso...
19 marzo 2011

Italrugby, niente da fare. Ko in Scozia e ultimo posto

print-icon
pez

Una fase del match di Murrayfield dell'Italia contro la Scozia (Getty)

Gli azzurri cedono 21-8 agli highlinders nel turno conclusivo del Sei Nazioni e terminano, per la quarta volta consecutiva, in ultima piazza. Sempre più incerto il futuro del ct Nick Mallett. LA GALLERY E GLI HIGHLIGHTS

Sfoglia l'Album del Rugby
Gli highlanders scozzesi schiacciano l'Italia: le foto

SCOZIA-ITALIA  21-8


Guarda la cronaca del match



L'Italrugby si squaglia nel secondo tempo della partita con la Scozia e termina, per la quarta volta consecutiva, il Sei Nazioni all'ultimo posto. A Murrayfield finisce 21-8, risultato che punisce gli azzurri, relegandoli in coda al Torneo a causa della peggiore differenza punti rispetto agli 'highlinders'. Non è bastato al ct Nick Mallett confermare nel XV iniziale sei degli eroi che quattro anni fa espugnarono lo stadio di Edimburgo (unico e ultimo successo esterno italiano al Sei Nazioni). Il tecnico sudafricano, la cui panchina era già a rischio alla vigilia del torneo, potrebbe pagare per tutti: molto probabilmente non sarà lui a guidare gli azzurri ai Mondiali in programma a settembre in Nuova Zelanda.

Primo tempo -
L'Italia parte con il freno a mano tirato e subisce la pressione scozzese, ma i padroni casa non concretizzano e al quarto d'ora sono sotto 3-5 per una meta di Masi, con l'Italia che può anche recriminare per due errori dalla piazzola di Mirco Bergamasco. Rispetto alla partita con la Francia, gli azzurri devono fare i conti con una squadra che gioca più a terra e che concede molto meno in difesa. La Scozia però segna solo con Peterson, mentre alla mezz'ora Bergamasco si sblocca e al calcio ridà all'Italia il vantaggio (6-8). La squadra azzurra tiene botta nel finale di primo tempo, ma deve fare i conti con la tegola di Masi, costretto a lasciare il campo a causa di un infortunio.

Secondo tempo - La partenza della seconda frazione è tutta in salita, con il paisà Nick De Luca che punisce la difesa italiana e riporta avanti i padroni di casa (11-8). La Scozia sfrutta lo stato confusionale degli azzurri e va ancora in meta al 60' con Walker, che approfitta di tre mancati placcaggi della difesa italiana. Il 18-8 con cui si entra negli ultimi venti minuti non fa presagire nulla di buono per Parisse e compagni. Mallett corre ai ripari e con un triplo cambio prova a invertire la rotta della partita, ma non ci riesce. La Scozia non molla un centimetro e centra la prima vittoria del torneo, che condanna l'Italia all'ennesimo ultimo posto della sua storia e Mallett al suo probabile capolinea dell'avventura in azzurro.

Commenta nel Forum del Rugby

Guarda anche:
Mallett si consola: "Migliorati rispetto al passato"


Tutti i siti Sky