Caricamento in corso...
23 aprile 2011

Ufficiale: ct Mallett via dopo i Mondiali in Nuova Zelanda

print-icon
nic

Ex giocatore e poi allenatore degli Springboks, dal 1º novembre 2007 Nick Mallett è commissario tecnico della Nazionale italiana di rugby

Il presidente della federazione rugby Giancarlo Dondi ha incontrato a Parma il ct della Nazionale per informarlo personalmente delle decisioni del Consiglio federale: rimarrà in carica fino al termine della rassegna iridata e poi lascerà l'incarico. VIDEO

Sfoglia l'Album del Rugby

Il ct della nazionale italiana di rugby Nick Mallett rimarrà in carica fino al termine dei Mondiali di Nuova Zelanda 2011 e poi lascerà l'incarico. La Fir ha ufficializzato con un comunicato la decisione di non rinnovargli il contratto, precisando che oggi "il presidente della federazione Giancarlo Dondi ha incontrato a Parma il commissario tecnico Nick Mallett per informarlo personalmente delle decisioni del Consiglio federale in merito ad un suo eventuale rinnovo contrattuale". A Mallett è stato spiegato che "un rapporto di collaborazione tecnica alla guida della nazionale della durata superiore ai quattro anni potrebbe non sortire i risultati auspicati".

"Il presidente Dondi, a nome suo personale e dell'intero Consiglio - è scritto nel comunicato della Fir - ha ringraziato il ct per quanto fatto alla guida della Nazionale, e per quanto sicuramente farà sino alla naturale scadenza del contratto fissata a conclusione di Nuova Zelanda 2011, in programma nei prossimi mesi di settembre ed ottobre, esprimendo nel contempo piena stima nel ct tanto a livello umano che professionale". Ma il Consiglio ha stabilito di non rinnovare la fiducia a Mallett, che dopo il Sei Nazioni aveva espresso il desiderio di rimanere in carica.

"La decisione federale di non proseguire nel rapporto con Nick Mallett al termine della rassegna iridata del prossimo autunno - spiega la Fir - matura dalla considerazione, legata anche a precedenti esperienze, di come un rapporto di collaborazione tecnica alla guida della Nazionale della durata superiore ai quattro anni potrebbe non sortire i risultati auspicati".

Anche quattro anni fa, prima dei Mondiali, la Fir rese pubblica la decisione di non confermare, a prescindere dai risultati ottenuti a Francia 2007, l'allora commissario tecnico Pierre Berbizier. Il comportamento del gruppo azzurro durante il torneo iridato secondo alcuni fece poi capire che non era stata indovinata la decisione di annunciare in anticipo l'addio al ct. Ora però, con Mallett, la storia sembra ripetersi, nonostante il tecnico avesse fatto chiaramente capire, al termine dell'ultimo di Sei Nazioni, di voler rimanere. Per questo aveva anche declinato un'offerta della federazione inglese per fare il coordinatore della nazionali.

A Nuova Zelanda 2011 l'Italia giocherà in un girone di cui fanno parte anche Australia, Irlanda, Russia ed Usa. Passeranno ai quarti di finale le prime due classificate. Da mesi si parlava di contatti del presidente Dondi (che li aveva anche ammessi) con altri tecnici, e l'allenatore dei vice-campioni di Francia del Perpignan, Jacques Brunel, in un'intervista aveva rivelato che "dopo i Mondiali andrò ad allenare l'Italia". Dondi aveva però precisato che c'erano stati solo dei colloqui, ma nessun accordo scritto.

Commenta nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky