Caricamento in corso...
10 agosto 2011

Italrugby, occhio al Giappone: tentano la scalata al ranking

print-icon
spo

Il Giappone del rugby, allenato dal John Kirean è 12° nel ranking mondiale

Allenati da John Kirwan, i prossimi avversari degli azzurri hanno vinto tutto nel 2011: il 5 Nazioni asiatico, la Pacific Nations Cup e 6 test match. Al 12° posto della classifica mondiale, sarà clamoroso sorpasso se il 13 agosto ci batteranno

GUIDA TV - così Italia-Giappone su Sky

FOTO -
Sfoglia l'Album del Rugby

TRI NATIONS 2011 - news, foto e video

di Moreno Molla

Hanno vinto tutto finora in questo 2011. Il 5 Nazioni asiatico e, lo scorso luglio, la Pacific Nations Cup; 7 test-match, 6 vittorie. Unica sconfitta, ininfluente peraltro, contro Samoa. Ranking mondiale dell'International Board alla mano, il Giappone di John Kirwan è la squadra che più ha migliorato in questi 8 mesi di rugby, arrivando fino al 12° posto. Solo uno in meno degli Azzurri. E se i giapponesi dovessero batterci sabato prossimo a Cesena, sarebbe clamoroso sorpasso.

"Abbiamo visto che l'Italia ha battuto la Francia nel 6 Nazioni - ha detto James Arlidge, apertura del Giappone -.
Ha un'ottima mischia, ottimi avanti, ottime fasi statiche, qualità anche nei tre-quarti. Per noi sarà una partita molto difficile e al tempo stesso un'ottima possibilità di misurarci contro una squadra europea prima del debutto mondiale contro la Francia".

"La prima cosa che mi ha colpito dell'Italia è la bellezza delle donne - ha invece sottolineato Fumiaki Tanaka, mediano di mischia. Ma parlando di rugby sappiamo che loro sono avanti a noi di una posizione nel ranking, undicesimi e noi dodicesimi. Battere l'Italia significherebbe guadagnare un posto e tornare a casa col sorriso sulle labbra".

Un sorriso difficile da avere lo scorso marzo, quando lo tsunami si è abbattuto sul paese. La vittoria più importante della loro stagione, e forse della loro vita, i rugbisti giapponesi l'hanno raggiunta allora.

"I giocatori provenienti dall'area dello tsunami - ricorda il capitano Takashi Kikutani - si sono chiesti cosa fare per superare questa tragedia. E la risposta è stata giocare a rugby, mostrando tutto il nostro potenziale per dare coraggio alla nostra gente che stava soffrendo. Siamo partiti da lì per arrivare qui adesso".

Guarda anche:
Verso la Rugby World Cup: così su Sky eventi live e speciali
Il Sei Nazioni 2010: vince l'Inghilterra

Commenta la notizia nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky