Caricamento in corso...
31 agosto 2011

Petrucci: "L'Italrugby terrà alto il nome della Nazione"

print-icon

Il presidente del Coni lancia il suo messaggio di in bocca al lupo agli azzurri in procinto di partire per la Nuova Zelanda dove si disputerà la Coppa del Mondo. Dondi: "Voglio una prova di orgoglio". Tutti i match in diretta su Sky, anche in HD. IL VIDEO

FOTO: Il bello della palla ovale: le Wags del rugby - Gli All Blacks contro... i leoni - Sfoglia l'Album del Rugby

TRI NATIONS 2011 - news, foto e video

"L'Italrugby saprà tenere in alto i colori del nostro paese. Il compito della squadra di Mallett sarà quello di rappresentare l'Italia al meglio in un Mondiale difficile che noi tutti seguiremo con attenzione e affetto". Questo il messaggio del presidente del Coni, Gianni Petrucci, alla nazionale azzurra di rugby in procinto di partire per la Nuova Zelanda dove si disputerà la settima edizione della Coppa del Mondo. Il massimo dirigente sportivo italiano, nel corso della presentazione della squadra azzurra al Salone d'onore del Coni, ha poi voluto sottolineare che "l'Italia non è più una squadra cuscinetto, anche le altre nazioni adesso temono il nostro blasone".

Dondi: "Voglio una prova d'orgoglio" - "E' la nostra settima partecipazione ad una Coppa del Mondo di rugby, quindi ci siamo sempre stati. E ci siamo sempre battuti con onore, ma non abbiamo mai superato la prima fase. Ora può essere la volta buona". Il presidente della Fir Giancarlo Dondi manifesta ottimismo nel corso del 'saluto' alla squadra. "Non sarà per niente facile - dice ancora Dondi - I bookmakers ci danno il 20% delle possibilità di farcela ma noi ci crediamo. Giocheremo contro l'Australia che ha appena vinto il Tri-Nations e contro l'Irlanda che è numero nel ranking mondiale, ma i nostri non scenderanno in campo condizionati. Tutto è possibile, voglio una prova d'orgoglio e fare meglio di quattro anni fa in Francia, quando siamo stati noi ad aver regalato alla Scozia la qualificazione ai quarti di finale".

Tutta la Rugby World Cup su Sky - Tutti gli incontri del mondiale andranno in onda in Alta Definizione sul canale 204, Sky Sport Extra, che dal 1° settembre verrà rinominato “Sky Mondiale HD”: la diretta di tutti i 48 match, le riproposizioni, le sintesi, gli studi di approfondimento e programmi speciali. Anche su Sky Sport 2 HD sarà possibile seguire in diretta tutte le sfide della Coppa del Mondo.
I match saranno anticipati e seguiti da un pre e post partita di 30 minuti (45 minuti per l’Italia), con la conduzione in studio da Milano di Tania Zamparo, in compagnia di Diego Dominguez, Andrea De Rossi, Alessandro Moscardi e Federico Fusetti. Dalla Nuova Zelanda, le telecronache di Antonio Raimondi e Francesco Pierantozzi, con il commento di Vittorio Munari, al quale si aggiungerà, a torneo iniziato, anche l’All Blacks John Kirwan, attuale allenatore del Giappone, nazionale che parteciperà al mondiale neozelandese. Inviati per Sky Sport in Nuova Zelanda, anche Simone De Luca e Moreno Molla.
Anche Sky Sport24 seguirà quotidianamente il mondiale in Nuova Zelanda, con uno spazio quotidiano che conterrà news e interviste dal mondo della palla ovale.

Telecamere nello spogliatoio e interattività -
Inoltre, su Sky sarà possibile vivere i momenti che precedono tutti gli incontri grazie alle telecamere poste all’interno degli spogliatoi di tutte le squadre, per entrare ancor di più nel vivo nell’immediata vigilia dei match. Telecamere negli spogliatoi anche nell’intervallo delle partite. E il Mondiale di rubgy su Sky sarà anche interattivo, con un canale di highlights in onda 24 ore al giorno per tutta la durata dell’evento.

Dove può arrivare l'italia ai prossimi Mondiali? Dì la tua nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky